vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Tragedia in spiaggia: 53enne annega davanti al figlio

Più informazioni su

VASTO – “Mio padre è morto”. Ha risposto così ai militari della Guardia costiera, che si sono avvicinati a lui per capire cosa fosse accaduto. Il ragazzo, 12 anni, era ancora sotto shock dopo aver visto il padre 53enne perdere la vita.

La ricostruzione dei fatti – Era in acqua col figlio, quando si è sentito male. Non ne è uscito vivo. La tragedia si è verificata stamani sulla spiaggia di Vasto Marina, nel tratto di mare compreso tra gli stabilimenti Acapulco e Hotel Principe. Antonio Lancianese, 53 anni di Foggia, è morto attorno alle 11.30.

Lancianese, che era avvocato e lavorava presso il Provveditorato di Foggia, aveva problemi di cuore, infatti aveva recentemente subito ad un intervento chirurgico. Tra l’altro era costretto a sottoporsi a dialisi.

Il figlio, di 12 anni, si è salvato ed è ora ricoverato all’ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto, in buone condizioni. La moglie, insegnante, è sotto shock. L’altra figlia della coppia era rimasta nella città pugliese per sostenere gli esami di maturità. 

Molte la persone che si sono radunate sul posto, dove sono intervenuti 118, guardia costiera, polizia e polizia municipale. Momenti di tensione in spiaggia, perchè qualcuno dei bagnanti ha sollevato dubbi sulla tempestività delle operazioni di salvataggio. E’ quello che vogliono capire Guardia costiera e polizia, che stanno anche cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto.

Secondo l’Ufficio circondariale marittimo, quel tratto di arenile era da considerarsi a tutti gli effetti spiaggia libera e, per questo, erano necessari cartelli con la segnalazione di pericolo.

Martedì, all’obitorio dell’ospedale San Pio da Pietrelcina, si svolgerà l’autopsia sul corpo del 53enne. Servirà a far luce sulle cause del dramma.

La famiglia da alcuni anni aveva comprato casa a Vasto, dove trascorre il periodo estivo e altri momenti.

Più informazioni su