vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Lavoro nero: 28 irregolari, sfruttati anche i minorenni

Più informazioni su

VASTO – Il lavoro nero è ovunque. E, tra gli sfruttati, a Vasto ci sono anche i minorenni. Sono dati parziali, ma comunque allarmanti, quelli che emergono dai controlli eseguiti dalla guardia di finanza per far emergere il lavoro sommerso.

In 14 verifiche svolte dall’inizio dell’anno, sono stati trovati 28 lavoratori senza regolare assunzione, due dei quali minorenni. Due gli imprenditori denunciati all’autorità giudiziaria. “E’ una piaga sociale”, commenta Luigi Mennitti, capitano della Compagnia di Vasto. “E’ preoccupante, perché questo problema coinvolge tutti i settori, dalla ristorazione, ai servizi, all’artigianato, all’industria, al commercio. Persone costrette a lavorare senza ferie, senza contratto, senza poter usufruire dei permessi per malattia”.

Nelle indagini condotte a tutela dei lavoratorisono state comminate multe per 336mila euro.

Lo sfruttamento ha una portata più ampia di quanto si possa immaginarre: presuppone “l’esistenza di sommerso d’azienda in quanto per pagare costi “in nero” si devono necessariamente produrre ricavi in nero”, fa notare Mennitti. “Il fenomeno, Inoltre, comporta un abbattimento del costo del lavoro, quantomeno in termini di contributi previdenziali ed assistenziali e di ritenute erariali, che implica una distorsione del mercato del lavoro e della concorrenza tra le imprese”.

I controlli verranno intensificati nei prossimi giorni, specie nel settore turistico.

Complessivamente il Comando Provinciale di Chieti ha scoperto dall’inizio dell’anno 38 lavoratori in nero, 6 lavoratori irregolari e 15 lavoratori non risultati indicati nelle scritture obbligatorie dell’azienda.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su