vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Terme romane affidate al Fai, Apv critica il Comune

Più informazioni su

VASTO – Sarà il Fondo per l’ambiente italiano a gestire le terme romane di via Adriatica, a Vasto. E’ tagliente il commento di Davide D’Alessandro, consigliere comunale di Alleanza per Vasto: “Se il Fai non esistesse, bisognerebbe inventarlo. E almeno per quel che riguarda Vasto ha costituito e costituisce l’unica reale alternativa all’abbandono e al degrado del patrimonio archeologico delle terme di Histonium prodotti dall’amministrazione comunale”, afferma il rappresentante di ApV.

“Angosciata dall’incuria esibita per anni, la Soprintendenza Archeologica dell’Abruzzo ha pensato molto opportunamente di non rinnovare al Comune di Vasto la concessione per la gestione del bene pubblico. Stanca della latitanza del sindaco e del suo entourage, la Soprintendenza evidentemente non ce l’ha fatta più a sopportare l’inadeguatezza di Lapenna e compagni. Per evitare che l’assenza di manutenzione deteriorasse in modo irrimediabile la struttura (una Pompei in miniatura), ecco che l’Ufficio dello Stato ha dato il benservito al sindaco, firmando con il Fai.
Così, chi oggi va a visitare le terme può entrare tranquillamente senza rischiare di farsi male (grazie all’Associazione dei Vigili del Fuoco in congedo che, con il Fai, condividono l’onore e, soprattutto, l’onere della cura. Fino a qualche giorno fa, erbe infestanti, tavole con chiodi arrugginiti scoperti, lezzo nauseabondo di carogne di animali, deposito di rifiuti urbani ecc. rendevano impraticabile l’area. Tra breve, i volontari renderanno pienamente utilizzabile il sito”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su