vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Esercenti del centro storico:"A giugno un calo del 30-40%"

Più informazioni su

VASTO – “Il calo è evidente: a giugno gli introiti sono scesi del 30% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno”, dice Giovanni Corvino. “Anche del 40%”, rincara Alfredo Di Vairo.

E’ da loro che parte l’inchiesta di Vastoweb sul turismo. Si comincia con un giro nel centro storico, a raccogliere primi, parziali bilanci e richieste degli esercenti. Tra cui: “Il Comune non imponga lo stop della musica live a mezzanotte”.

Com’è andato il mese di giugno?

Corvino: “Molto male. La flessione si aggira attorno al 30% rispetto al giugno 2010”.

Di Vairo: “Il calo è anche maggiore, quantificabile nel 40%. Qui in centro, il primo mese d’estate è scivolato via con un netto decremento numerico delle presenze. Credo sia dovuto anche alla mancanza di programmazione degli eventi estivi. E poi, fare musica diventa un’impresa: ci vengono imposti regolamenti che non incentivano certo le iniziative di intrattenimento”.

Parlate della proposta del Comune di stoppare la musica alle 24?

Di Vairo: “Sì, ma non solo. Anche altre norme, come quelle fonometriche”.

Corvino: “Restano 40-50 giorni di stagione balneare. Chiediamo all’amministrazione di essere di manica larga e di incentivare il turismo nella Vasto antica. Noi siamo come le formiche: nel periodo estivo raccogliamo ciò che ci permette di rimanere aperti tutto l’anno”.

Michele D’AnnunzioGiuseppe Ritucci

 

Più informazioni su