vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il Pd a Marchese: "Recuperare i dissidenti"

Più informazioni su

SAN SALVO – “La crisi è seria”, ammette Agostino Monteferrante, segretario del Partito democratico di San Salvo. A 13 giorni dalla data in cui le dimissioni del sindaco, Gabriele Marchese, diverranno definitive, il centrosinistra stenta a trovare il bandolo della matassa. Nessuno fa un passo indietro, la coalizione non fa un passo avanti. La situazione si è cristallizzata dopo il “no” di Democratici per San Salvo e dissidenti del Pd al bilancio di previsione.

“Il partito è orientato a risolvere i problemi. Ma non pensiamo solo alle questioni contingenti. Per noi è fondamentale creare le condizioni per presentarci alle elezioni del prossimo anno”, sottolinea Monteferrante, che si rivolge al primo cittadino: “Gli abbiamo chiesto di prendere atto della situazione. Di quello che non va. Lo diciamo da sei mesi”, precisa il leader locale del partito di Bersani.

“L’obiettivo è riallacciare i rapporti e recuperare tutti” i dissidenti. Il tempo stringe. Sul fronte opposto, “rimaniamo alla finestra in attesa di cosa farà il centrosinistra”, dice Nicola Argirò, consigliere regionale del Pdl e candidato contro Marchese alle precedenti elezioni comunali. Al comizio del centrodestra, ha lanciato l’idea di una lista civica: “Abbiamo sempre scontato un gap politico nei confronti dei nostri avversari, ottenendo buoni consensi personali, ma perdendo le elezioni in una città che, per anni, ha sempre scelto il centrosinistra. Per questo, l’idea è quella di abbandonare il simbolo nazionale, che non è maggioritario a San Salvo, e fondare un raggruppamento civico che possa coinvolgere i cittadini delusi dalla coalizione di governo cittadino. Per i nostri avversari, è un momento di forte crisi. Sbaglia – puntualizza Argirò – chi dice che siamo dalla parte di Marchese e contro Mariotti. Se fossimo stati dalla parte del sindaco, avremmo dovuto votare a favore o assentarci sul bilancio. I numeri scaturiti dal Consiglio comunale non dicono questo. Anzi”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su