vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Liquami, stop alla balneazione in 500 metri di spiaggia

Più informazioni su

VASTO – Il litorale vicino al pontile è off-limits. Cinquecento metri di costa interdetti alla balneazione. Continua a destare preoccupazioni la foce di Fosso Marino, lo scarico di acque bianche che sfocia al centro della spiaggia di Vasto Marina. Acque bianche che sono divenute nere, visto che il problema è lo sversamento di liquami fognanti provenienti da una tubatura che si trova alcune centinaia di metri più a monte.

La Guardia costiera ha recintato con del nastro segnaletico 250 metri a Nord e altrettanti a Sud di Fosso Marino.

“Una falla si è aperta nei giorni scorsi, quando due ondate di maltempo si sono abbattute sul litorale”, spiega Vincenzo Sputore, assessore comunale ai Servizi. I tecnici di Arta, Sasi e il Noe dei carabinieri hanno eseguito dei prelievi lungo tutto tutto il percorso di Fosso Marino scoprendo, attraverso l’utilizzo di traccianti, la provenienza dei liquami fognanti. Stamani il vertice in municipio col sindaco, Luciano Lapenna. Scoperto anche il cedimento di un manufatto che proteggeva le condotte di scarico. “Abbiamo interessato anche Ferrovie ed ex Genio civile”.

Stefano Moretti, di Azzurro per la Libertà, ha inviato una lettera alla Procura e alla Polizia Municipale in cui evidenzia come “l’utente della spiaggia continua ad immergersi nelle acque oggetto dei rilievi”. Inoltre, continua Moretti “si chiede di verificare con urgenza a quale distanza dalla foce di Fosso Marino si può fare il bagno senza correre il rischio di restare intossicati”, poichè “numerosi utenti della spiaggia lamentano presenza di acqua saponosa e schiumosa in zone diverse da quelle tuttora interdette”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su