vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vasto Marina, domani scatta l'isola pedonale serale

Più informazioni su

VASTO – Da domani, mercoledì 13 luglio, scatterà l’isola pedonale serale a Vasto Marina. Alla fine, dopo aver confrontato le diverse opinioni, i tratti interdetti al traffico saranno gli stessi degli scorsi anni. In buona sostanza sarà viale Dalmazia ad essere area pedonale, dall’incrocio con via Martiri Istriani fino all’estremità settentrionale. Con una differenza: il centro di Vasto Marina fino a piazza Rodi (davanti alla chiesa di Stella Maris) sarà completamente interdetto alla circolazione dei veicoli a motore. Il secondo tratto sarà, invece, zona a traffico limitato. Il provvedimento resterà in vigore dalle 21 alle 4.  

Sicurezza. Ieri pomeriggio, in Commissariato, si è tenuto un vertice per la sicurezza con tutte le forze dell’ordine. Si è discusso delle misure da mettere in atto in questo periodo, con un’azione coordinata delle diverse forze presenti sul territorio.

Polizia municipale. Nel vertice in Commissariato è stata chiesta ai fischietti la diponibilità a svolgere il servizio notturno, che lo scorso anno è stato assicurato solo nelle serate di venerdì e sabato. “E’ fuor di dubbio che l’isola pedonale vada presidiata, anche perché a Vasto è cresciuta la soglia di attenzione verso le problematiche relative alla pubblica sicurezza”, dichiara il tenente Antonio Di Lena, segretario territoriale del Sulpm, sindacato che rappresenta la quasi totalità degli agenti non stagionali: 23 su 28 complessivi in servizio presso il Comando di piazza Rossetti. “Da parte nostra, nessun ricatto. Siamo persone responsabili e consapevoli della situazione delicata, sia dal punto di vista della sicurezza che della lotta all’abusivismo”, tiene a precisare l’ufficiale, che però mette i paletti: “Abbiamo già scritto il 21 giugno scorso all’amministrazione comunale. Non chiediamo la luna: a un impegno maggiore dei vigili devono corrispondere risorse aggiuntive stanziate dall’amministrazione comunale”, ossia un aumento di stipendio, “ma non chiediamo nulla di più rispetto agli altri anni”.

giusepperitucci@yahoo.it

Più informazioni su