vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"I gazebo ostruiscono il passaggio dell'ambulanza"

Più informazioni su

VASTO – Un’anziana di sente male, ha bisogno urgente di essere trasportata in ospedale, ma l’ambulanza non può passare perché la strada è ostruita da gazebo e auto in sosta. E’ successo nei giorni scorsi a Vasto, dove ora a protestare sono Gianfranco e Luigi Smargiassi, i figli di Gilda Canci, la novantenne protagonista, suo malgrado, della vicenda.

E’ successo venerdì scorso in piazza Caprioli, nel cuore della città antica. La donna, che vive in uno stabile affacciato sulla piazza, ha cominciato ad accusare malori. I familiari, preoccupati, hanno chiamato il 118. L’ambulanza è partita a sirene spiegate ma, una volta giunta sul posto, non è riuscita ad arrivare fin sotto al portone dello stabile, perché non c’era spazio sufficiente per passare, ostruito dalla presenza dei gazebo esterni che ospitano i tavolini di due locali della zona. I portantini sono stati costretti a scendere a piedi per mettere in atto l’intervento di soccorso e trasportare la pensionata al pronto soccorso dell’ospedale San Pio da Pietrelcina.

La polizia municipale afferma che i tre metri regolamentari per il passaggio sono stati rispettati. Ma i figli non ci stanno. Gianfranco e Luigi Smargiassi annunciano che “abbiamo inviato una lettera al sindaco di Vasto, Luciano Lapenna, per chiarire se è stato rispettato o no il regolamento comunale, anche perché i dehors non sono nemmeno prospicienti i due locali, . Altrimenti, ci rivolgeremo alla procura”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su