vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Mia nonna sballottata tra due ospedali"

Più informazioni su

VASTO – Un’Odissea di due giorni tra gli ospedali di Vasto e Gissi è stata vissuta da una donna di 86 anni di Cupello, Brigitta Merlacco. E’ il marito della nipote, Giuseppe, a raccontare la storia.

Lunedì “mia nonna ha iniziato a sentirsi male. Un serio problema cardiaco ci ha indotto a chiederne il ricovero in ospedale. E’ rimasta al San Pio dalle 15 alle 23,30. I sanitari le hanno praticato l’esame dell’elettrocardiogramma e le analisi. Poi al termine delle visite, ci è stato raccomandato di portarla nuovamente in ospedale all’indomani, per farla visitare da un cardiologo. Nel frattempo, mia nonna ha continuato a sentirsi male ma”. Eppure ieri “un medico le ha detto che non c’era bisogno di ulteriori accertamenti”. Tornata a casa, la donna ha continuato ad accusare gli stessi sintomi.

Per questo “siamo stati costretti a chiamare l’ospedale di Gissi, dove ci hanno dato il via libera, ma precisando che, nel caso in cui fossero state accertate condizioni tali da richiedere il ricovero, nonna Brigitta sarebbe stata trasferita di nuovo a Vasto. Aspettiamo l’esito delle visite. Ma è incredibile come una persona che soffre debba essere sballottata e destra e sinistra”. In serata, l’anziana è stata condotta ancora a Vasto, “ma hanno rifiutato di ricoverarla”.

Più informazioni su