vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Tribunale, tagli in vista. Mozione in Consiglio provinciale

Più informazioni su

VASTO – Una mozione urgente rivolta al presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, è stata presentata dal capogruppo del Pdl, Paolo Sisti, per chiedere al Governo ed al Parlamento di modificare la norma che prevede la competenza territoriale esclusiva in materia previdenziale ed assistenziale dei Tribunali che hanno sede nei capoluoghi di Provincia, escludendo quindi, con riguardo alla Provincia di Chieti, i Tribunali di Lanciano e di Vasto.

“Con il decreto legge numero 98 – afferma Sisti – è stata prevista la competenza territoriale esclusiva dei Tribunali che hanno sede nei capoluoghi di Provincia in materia previdenziale ed assistenziale. In sostanza chi intende proporre in giudizio domanda per il riconoscimento dei propri diritti in materia di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità, pensione di inabilità e assegno di invalidità deve presentare ricorso al Tribunale del capoluogo di Provincia in cui risiede e non più ai Tribunali degli altri circondari, nella specie di Lanciano e di Vasto.

E’ di tutta evidenza che tale scelta normativa non trova alcuna plausibile giustificazione; il cittadino infatti si troverà costretto a subire un aggravio di costi e di disagi logistici perché non potrà più rivolgersi al Tribunale del proprio circondario; sotto altro aspetto tale scelta comporterà un’ingiustificata diminuzione del carico di lavoro per i Tribunali di Lanciano e di Vasto, prodromica alla paventata e più volte minacciata chiusura dei Tribunali medesimi. Inoltre – continua Sisti- la manovra finanziaria prevede un aumento esponenziale dei costi di accesso alla giustizia (tassa di iscrizione a ruolo) che viene introdotta anche per procedimenti da sempre esenti: processo del lavoro, assistenziale, previdenziale, tributario”.

Nella sua mozione, Sisti chiede all’amministrazione provinciale “di rappresentare al Governo ed al Parlamento la necessità di modificare la norma che prevede la competenza territoriale esclusiva dei Tribunali che hanno sede nei capoluoghi di Provincia in materia previdenziale ed assistenziale, salvaguardando il diritto del cittadino di rivolgersi al Tribunale più vicino alla propria residenza e preservando, di conseguenza, l’attività proficua ed efficiente svolta dai Tribunali subprovinciali, come quelli di Lanciano e Vasto”.

Più informazioni su