vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sanità, risanamento conti. Chi paga?

Più informazioni su

VASTO – L’associazione Vastoviva interviene con una nota sul risanamento dei conti della sanità abruzzese annunciato da Gianni Chiodi, presidente della regione e commissario straordinario per la sanità.

I conti della sanità abruzzese tornano in equilibrio: sul nostro sangue!
Un risultato definito addirittura “epocale” per il commissario Chiodi, un risultato a cui il Vastese ha contribuito molto:
• persi circa 80 posti letto tra Vasto e ex Ospedale di Gissi
• Emodinamica: chi l’ha vista?!
• nessuna traccia della postazione di 118 per S.Salvo
• perso il medico della postazione di 118 di Castiglione M.Marino
• persi i  posti letto di neonatologia previsti dal Piano Sanitario Regionale 2008-2010
• tagliati i fondi per il PUA (Punto Unico di Accesso) ai Distretti
• nessun investimento sulla medicina territoriale a fronte della “riconversione” del PO di Gissi
• annunciato il taglio dei posti letto della Gastroenterologia del PO di Vasto
• previsto il declassamento di 10 Unità Operative Complesse: tagliati i primariati
• non completati i lavori di ristrutturazione della Cardiologia
• tutto fermo per la RSA di Vasto

Speriamo che anche i finanziamenti per il nuovo ospedale di Vasto non siano finiti “nell’equilibrio dei conti”. Sarebbe stato un risultato epocale un risanamento dei conti che garantisse degli adeguati livelli di assistenza: si è tagliato sulla emergenza, si è tagliato sugli ospedali, nulla si è fatto per la medicina  territoriale e il risultato è sotto gli occhi di tutti: una sanità pubblica progressivamente soffocata da assenza di risorse che è il terreno su cui crescono  sanità privata e  mobilità passiva.

L’ospedale di Vasto pensato dalla politica sanitaria del centro-sinistra come Ospedale di confine, attrattivo, efficiente, moderno si avvia dopo solo due anni ad essere un Ospedale di passaggio, nonostante l’impegno e la professionalità dei suoi operatori.

Sarebbe interessante ora sapere con certezza quanto dei fondi sbloccati grazie “al sorprendente risultato del commissario” verrà impiegato nel Vastese. La politica non può restare fuori dalla sanità come vorrebbe Chiodi: è la politica che attua le scelte per la costruzione di un modello moderno e sostenibile di sanità.

Più informazioni su