vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Stop alla musica, l'Idv si spacca

Più informazioni su

VASTO – E’ lite nell’Italia dei valori sull’ordinanza anti-decibel che impone a Vasto lo stop alla musica dal vivo a mezzanotte e mezza. Se il segretario, Alfredo Bontempo, si schiera dalla parte del sindaco, Luciano Lapenna, i consiglieri provinciale e comunale, Eliana Menna e Corrado Sabatini, la pensano in modo diametralmente opposto e “ritengono invece che l’ordinanza vada ritirata”. Secondo i due esponenti dell’Idv, quella espressa da Bontempo è una posizione personale. 

Il comunicato di Bontempo – “Esprimiamo plauso e solidarietà al sindaco – si legge in una nota della segreteria politica – che con l’ordinanza n. 364/2011 ha voluto porre fine alla dilagante anarchia in cui ha vissuto la città negli ultimi anni ridando alla musica, anche il giusto posizionamento di ‘compagna’ e non più di rumorosa ed insopportabile ‘intrusa’. La musica resti intrattenimento, non disturbo. I rischi derivanti dall’inquinamento acustico connessi all’utilizzo indiscriminato di apparecchiature elettroacustiche e di diffusione sonora, non devono prevalere sulla salvaguardia della salute pubblica.”
“Organizzatevi e rispettate le regole – è l’invito della segreteria IdV – Chi sceglie Vasto per trascorrere un periodo di vacanza, non lo fa certamente per il palinsesto delle manifestazioni offerte dall’Amministrazione o dai privati o sull’offerta musicale di questo o di quel locale o, ancora, sul numero degli intrattenimenti offerti nell’arco del periodo di vacanza; il turista sceglie Vasto per le sue caratteristiche naturali e per la qualità del prodotto offerto a cui, non tutti, vogliono o non tutti, riescono ad uniformarsi”.

Il comunicato di Menna e Sabatini – “La posizione politica espressa dal coordinamento cittadino dell’Idv  sull’ordinanza n°364\2011 ci lascia sgomenti in quanto nell’Idv non esisite nessun coordinamento cittadino ma esclusivamente un direttivo ed una assemblea. Ad oggi, nessun organismo di partito si è riunito per discutere del problema quindi ciò che si legge oggi è da ritenersi errato o tutt’al più una posizione personale di chi ha firmato il comunicato. Se il signor Alfredo Bontempo ha un problema personale in quanto abitante del centro storico è chiaro che a lui va la nostra solidarietà per gli eventuali disagi che un periodo estivo di una città turistica come la nostra  può causare ma questo non può condizionare le scelte politiche di un partito che oggi, essendo la seconda forza del centro sinistra, ha la responsabilità di pensare al bene dell’intera città.

Gli eletti Corrado Sabatini (capogruppo in Comune) e Menna Eliana (capogruppo in Provincia) ritengono invece che l’ordinanza vada ritirata. Infatti l’ordinanza contrasta con la legge nazionale sulla libera concorrenza e, pur restado convinti che una regolamentazione vada fatta, l’ordinanza in sè non risolve il problema. Oltre ad auspicare che il livello sonoro resti nel limite della tollerabilità dobbiamo ricordare che Vasto è una località turistica! Per questo massima disponibilità a discutere il problema, sempre che questo si faccia in tempi ultili perchè ormai la stagione è già nel suo pieno”.

Più informazioni su