vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Accusa di truffa, sequestrati i beni dell'ex sindaco

Più informazioni su

VASTO – Finiscono sotto sequestro a Vasto i beni dell’ex sindaco Giovanni Bolognese.

Con l’accusa di truffa, il 65enne, che svolge l’attività di costruttore ed è titolare della Magnolia costruzioni spa, è stato rinviato a giudizio insieme al suo socio, Francesco Penzi, 69 anni, di Maddaloni (Caserta). Avrebbero omesso di riferire agli acquirenti di tre villette facenti parte di una schiera di quattro costruzioni che quegli edifici erano stati colpiti da un ordine di demolizione emesso dal Tribunale di Vasto, motivo per il quale erano fuori mercato, in quanto privi di reale valore commerciale. Bolognese, che è stato vice sindaco e, per diversi mesi, anche sindaco facente funzioni tra il 2000 e il 2001, e Penzi sono accusati di aver falsamente attestato davatni a un notaio che le costruzioni erano libere da sanzioni di natura urbanistica.

Le villette erano state vendute ad un prezzo superiore al milione di euro. Si sono costituiti parte civile i tre acquirenti, che sono professionisti e imprenditori di Vasto, rappresentati dagli avvocati Angela Pennetta, Luigi Moretta e Alessandra Almonti.

I tre legami hanno chiesto e ottenuto dal giudice monocratico del Tribunale di Vasto, Laura D’Arcangelo, il sequestro conservativo dei beni personali dei due soci.

Più informazioni su