vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Bischia (PpV):"Strade pericolose, servono tre rotatorie"

Più informazioni su

VASTO – Troppi incidenti, alcuni con conseguenze drammatiche, a Vasto, dove spunta la proposta di fissare a 30 chilometri orari il limite di velocità sulle strade più pericolose.

Imporre agli automobilisti di andare piano è necessaril secondo Andrea Bischia, consigliere comunale di Progetto per Vasto: “Visti i recenti incidenti che hanno causato la morte di 2 persone e portato alla ribalta il problema della sicurezza stradale, sarebbe utile prendere  in considerazione la possibilità  di implementare uno studio per istituire delle zone all’interno della rete urbana chiamata zona 30.
La zona 30 è quell’area della rete stradale urbana dove il limite di velocità è di 30 chilometri orari  invece dei normali 50 previsti in ambito urbano”, afferma l’esponente del movimento politico di cui è leader Massimo Desiati.

“La minore velocità – sostiene Bischia – permette una migliore convivenza tra  auto, biciclette e pedoni.
Il progetto non si fermerebbe  alla sola istituzione del nuovo limite di velocità ma verrebbero effettuati nell’area interventi di riqualificazione stradale quali: riduzione dello spazio di circolazione automobilistica con conseguente eliminazione di soste in doppia fila, parcheggi realizzati a spina, aumento dello spazio dedicato alle piste ciclabili e alla mobilità pedonale, creazione di aree adibite a scopi sociali. Come ben sappiamo dalla nostra esperienza di tutti i giorni, per ottenere una vera riduzione della velocità non basta un limite, per questo nelle zone 30 vengono realizzati interventi strutturali come rallentatori ottici e/o acustici, dossi, rialzi agli incroci, cuscini berlinesi, rotatorie e isole spartitraffico. Fermo restando che questi accorgimenti non ostacolino i mezzi di soccorso. L’obiettivo è che gli automobilisti percepiscano che si trovano in un’area in cui le loro automobili non sono il soggetto principale della strada, ma al contrario la loro presenza è praticamente sconsigliata. In una strada di città con numerosi incroci, uscite, posteggi, passaggi pedonali, veicoli lenti e veloci, il flusso dei veicoli diventa sempre più irregolare con l’aumento della velocità, e le code di immissione nelle arterie di scorrimento aumentano. La velocità ottimale sulla maggior parte delle strade urbane si situa fra i 20 e i 40 chilometri orari”.

Rotatorie – Bischia propone di costruire delle rotatorie a Vasto Marina, lungo la Statale 16: una all’incrocio con piazza Fiume, l’altra al crocevia con via Martiri Istriani. Un terzo rondò nel punto in cui ha perso la vita, investito da un’auto, Vincenzo Lomma, 88 anni, turista molisano in vacanza in città.

In quella zona, secondo il consigliere di PpV, andrebbero realizzati “degli attraversamenti pedonali rialzati (in linea con il marciapiede) per rendere agevole il transito dei portatori di handicap”.

Più informazioni su