vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Riportare a Punta Penna il collegamento con le Tremiti"

Più informazioni su

VASTO –  “Siamo interessati, come Compagnia, a canalizzare sul porto di Vasto investimenti privati che possano innanzitutto far ripartire il collegamento per le Isole Tremiti e successivamente creare un collegamento per la Croazia”. Lo dice il dott.Giandomenico Berarducci, amministratore della Diomedea Compagnia di Navigazione.

“La società vastese – ha spiegato Berarducci – nasce il 1 aprile 2010 e prende il nome dal fondatore di Vasto, il mitologico Diomede, diventa presto proprietaria di una nave mercantile acquistata da una società partenopea, la Monteverde di Navigazione SpA”. Ora mette in esercizio una nave di proprietà, la Serenade, una portarinfuse del tonnellaggio di circa 6.300 Dtw con la quale la Compagnia trasporta merci di vario genere, sfarinati, zuccheri, tubi, coils, granaglie, pietrisco, non solo in mediterraneo, ma anche verso Mar Nero, Africa e Continente, grazie a contatti con interlocutori internazionali di primo livello.

“Ad oggi accordi sono stati presi per acquisire entro il 2011 una seconda nave. Il patrimonio sociale ad oggi supera i due milioni di euro e nuovi investitori sono interessati a supportare finanziariamente i nostri progetti di sviluppo.”

Attualmente la società impiega 18 collaboratori, tra equipaggio ed impiegati e prevede di raddoppiare l’organico entro 6 mesi. Berarducci, che è anche Consigliere nella sezione Trasporti e Logistica di Confindustria Chieti, è assistito per la parte tecnica e operativa dal Direttore Generale della Compagnia, il dott. Antonio Maglione, proveniente da una antica famiglia di armatori.

La società ad oggi si occupa del trasporto internazionale di materie prime ma guarda con attenzione al Porto di Vasto sicuri delle potenzialità ancora inespresse. “Crediamo che il Porto di Vasto possa diventare uno snodo importante nel trasporto passeggeri e carichi rotabili verso i Balcani. Per fare questo – ha concluso Berarducci – è importante che i soggetti privati e pubblici collaborino seriamente per creare quelle condizioni e quelle sinergie che possano produrre ricchezza per tutta la comunità”.

giusepperitucci@yahoo.it

Più informazioni su