vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Marinucci, 56ª impresa. Arriva in anticipo

Più informazioni su

VASTO – “Sono partito alle 6.30 di stamattina. Da Punta Penna al pontile ho contato 14mila battute, mille delle quali nell’ultimo tratto, cher va dal Monumento alla Bagnante al pontile”. Esce dall’acqua e snocciola i numeri. La passione per la matematica è rimasta intatta. Costanzo Marinucci oggi compie 72 anni. E l’ex professore li festeggia a modo suo: con la traversata a nuoto che ormai fa parte dell’epica vastese.

Per la 56esima volta consecutiva, l’uomo pesce ce l’ha fatta, nonostante le condizioni meteomarine lo avessero costretto a svolgere solo 3 allenamenti nella scorsa, decisiva settimana.

E infatti ieri annunciava: “Ho dovuto raggiungere un compromesso con me stesso. Le opzioni erano due: nuotare un po’ di meno, oppure rinviare tutto di una settimana, al 13 agosto. Ma poi saremmo giunti troppo a ridosso del Ferragosto, con la spiaggia colma e il servizio navale dei carabinieri impegnato nei controlli straordinari della costa. Era meglio provarci ora, diminuendo la distanza: non più 14 miglia marine, partendo da Punta Aderci, ma qualcosa in meno, con partenza da Punta Penna”.

Ore 6.30 – Marinucci si immerge e comincia la nuotata storica.

Ore 11.13 – Il professore tocca il pontile di Vasto Marina, accompagnato dalla sirena della motovedetta dei carabinieri. Gli uomini del luogotenente Mario Petrocchi hanno seguito per tutta la traversata il nuotatore-eroe che, con le sue doti fisiche e il grande coraggio che lo ha sempre contraddistinto, salvò 5 persone dall’annegamento, ricevendo al Quirinale dall’allora presidente della Repubblica, Francesco Cossiga, la medaglia d’oro al valor civile.

“Per terminare il tragitto – racconta a caldo dopo aver ricevuto un mazzo di rose rosse – sono state necessarie circa 14mila battute, mille delle quali nell’ultimo tratto, che va dal Monumento alla Bagnante al pontile. E’ stata una traversata a zig-zag”, cioè risalendo progressivamente le correnti contrarie.

Lo scorso anno aveva dedicato a Cossiga la 55esima impresa. Stavolta il pensiero è per un altro politico scomparso: Remo Gaspari, scomparso il 19 luglio all’età di 90 anni. “Era un grande statista, un grande abruzzese, un grande italiano”, commenta Marinucci, che lascia tutti spiazzati: completando la nuotata in meno di 5 ore, è lui ad attendere, tra tappi di spumante che saltano, fotto, strette di mano e abbracci, la consueta premiazione.

La premiazione – Un incuriosito Daniele Di Fonzo, comandante della Guardia costiera (per lui è la prima volta, visto che lo scorso anno c’era il suo predecessore, Fabio Occhinegro), e il presidente del Consiglio comunale, Peppino Forte, gli consegnano una coppa personalizzata con la foto del professore che esce dall’acqua dopo l’impresa del 2010. La foto ideale per l’uomo pesce.

 

Più informazioni su