vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Musica e dibattiti, formula vincente per la Festa di Liberazione

Più informazioni su

VASTO – Si è conclusa la LiberaFesta 2011, una kermesse di 3 giorni organizzata dalla Federazione della Sinistra. La Festa ha proposto numerosi spunti socio-culturali e ha offerto spettacoli artistici di alta caratura, riscuotendo un largo consenso nella cittadinanza accorsa.
La giornata del 5 Agosto si è composta di un interessante quanto doloroso dibattito con ospiti Renato Di Nicola dell’Abruzzo Social Forum e Lino Salvatorelli.

Insieme a Maria Perrone Capano del direttivo del Prc-FdS di Vasto, dopo aver analizzato quanto successo a Genova nel luglio 2001, hanno affrontato il tema dei rapporti tra partiti, movimenti e associazioni per la pratica di positive politiche sul territorio.

La serata è proseguita con la rappresentazione del “Teatro delle Condizioni Avverse”, dal titolo “Sangue dal Naso”, un racconto estremamente coinvolgente su ciò che successe realmente a Genova durante il G8, in particolare all’interno della Scuola Diaz.

Il Dj-Set di Keno, Slim, Jah-Pata e Sound Dealer ha intrattenuto fino all’ora consentita.
Nella seconda serata, con Fabio Sebastiani, autore del libro “Officina Italia. La Fiat secondo Sergio Marchionne”, la dott.ssa Di Giammarco del direttivo nazionale Snop e Carmine Tomeo del locale circolo Prc-FdS, sono state analizzate le ricadute in termini di riduzione dei diritti e rischi per la salute che la riorganizzazione del lavoro con gli accordi Fiat potrà produrre e che toccherà anche la vicina Sevel visti i recenti accordi sindacali.

A seguire l’evento musicale molto atteso specialmente dai più giovani, ovvero il concerto dei vastesi The Juliet Massacre e la famosa rock-band dei Linea77, che hanno infiammato la platea suonando i loro pezzi più famosi, in particolare Fantasma, Il Mostro, Inno all’Odio, Evoluzione, 66.
La terza e ultima sera ha visto il dibattito sull’inceneritore. Ricky Dance e Dario Leone hanno concluso la LiberaFesta con balli di gruppo e canti popolari, intervallati dall’estrazione dei biglietti vincenti della lotteria.

Alla fine, era tangibile la soddisfazione del Circolo Sante Petrocelli per il grande successo della LiberaFesta, uno dei migliori eventi dell’estate sia per la massiccia partecipazione ai dibattiti (con molti interventi dal pubblico in tutte e tre le serate) che per la parte artistica (teatro e musica di grande livello), una Festa che ha di fatto permesso ai nostri concittadini di parlare, conoscersi e divertirsi.

Roberto Naccarella

 

Più informazioni su