vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Consiglio, approvato il consuntivo, D'Adamo vicepresidente

Più informazioni su

VASTO – Nel corso della seduta del Consiglio Comunale è stato approvato il conto consuntivo 2010, con 15 voti a favore, della maggioranza, Desiati e Bischia hanno votato contro, il resto dell’opposizione è uscito dall’aula.

E’ stato eletto il vicepresidente di minoranza, Francesco Paolo D’Adamo (Vasto futura-Rialzati Abruzzo). E’ consigliere dal 1978. Nell’assemblea civica, attualmente nessuno può vantare la stessa esperienza. 

Si è proceduto poi all’integrazione della commissione elettorale e quella per la nomina dei giudici popolari, in entrambe le commissioni è stato eletto Andrea Bischia.

Alle 15,45, dopo la pausa pranzo, è ripresa la seduta. Si parla di orario di stop alla musica fuori dai locali. Alla fine, la proposta di delibera presentata da Etelwardo Sigismondi (Pdl), viene condivisa da tutte le forze politiche nei punti in cui si chiede all’amministrazione comunale di disporre controlli sui livelli di decibel e si incarica il sindaco, Luciano Lapenna, di convocare i suoi colleghi di tutta la costa abruzzese per giungere a stilare un’ordinanza unitaria. Accantonata, invece, la richiesta di allungare dall’una alle 2 l’orario di stop alla musica fuori dai locali nel periodo compreso tra il 10 e il 20 agosto.

Fosso Marino – Su proposta di Massimo Desiati (progetto per Vasto), il Consiglio ha approvato all’unanimità un ordine del giorno in cui si impegna il primo cittadino, al fine di dar soluzione dell’annoso problema di Fosso Marino, a convocare urgentemente una conferenza di servizio alla quale invitare, oltre ai rappresentanti della Sasi, gestori dei servizi, anche quelli dell’Ato regionale, il consorzio il cui compito è quello di “programmare, affidare in gestione e controllare il servizio idrico integrato, cioè l’insieme dei servizi di acquedotto, fognatura e depurazione in tutte le loro fasi”, sottolinea Desiati in una nota. “L’Ato è, infatti, l’organismo che elabora il piano nel quale si prevedono gli obiettivi da raggiungere, gli investimenti da fare e i loro tempi di realizzazione, la struttura del gestore e la sua organizzazione territoriale, la tariffa del servizio e il suo andamento nel periodo di piano. L’iniziativa, di non poco rilievo, sarà l’occasione per stimolare il consorzio in parola a sbloccare i fondi, individuati in oltre 2 milioni di euro, già previsti nel Piano di ripartizione per gli interventi sul territorio”.

Figlie della Croce – Tutti d’accordo sulla necessità di intraprendere ogni azione possibile per scongiurare la chiusura dell’Istituto Figlie della Croce, la scuola elementare privata che ha alfabetizzato migliaia di bambini. L’ordine religioso ha annunciato la soppressione di questo e di altri plessi scolastici. Al posto della struttura di via Madonna dell’Asilo potrebbe sorgere una residenza sanitaria assistenziale.

Strisce rosa – Approvata all’unanimità anche la proposta di delibera presentata da Sigismondi sulle strisce rosa: i parcheggi da riservare alle donne incinte. “Sono soddisfatto”, commenta il rappresentante del Pdl: “L’opposizione ha dimostrato di saper avere un atteggiamento costruttivo. L’approvazione dei documenti riguardanti orari dell’intrattenimento musicale, Fosso Marino, Istituto Figlie della Croce e strisce rosa è un ottimo risultato, raggiunto insieme alle altre forze politiche”.

Giuseppe Ritucci

 

Più informazioni su