vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Marcello (Gs): "Facciamo le discoteche silenziose"

Più informazioni su

VASTO – A Vasto si facciano le discoteche silenziose. Senza rumore. Per lanciare la proposta il vice presidente del Consiglio comunale, Luigi Marcello (Giustizia sociale), sceglie la seduta di oggi, in cui si discute dello stop alla musica fuori dai locali. Continua a dividere l’ordinanza antidecibel, anche se modificata spostando il limite massimo dalla mezzanotte e mezza all’una.

Oggi pomeriggio in aula è approdata la proposta di delibera di Etelwardo Sigismondi (Pdl), che ha chiesto “il controllo delle emissioni sonore”, ma anche e soprattutto “allungare alle 2 l’orario di stop all’intrattenimento musicale all’esterno dei pubblici esercizi nel periodo compreso dal 10 al 20 agosto”, oltre a concordare insieme agli altri Comuni “un regolamento unico per tutto il litorale abruzzese”.

Le discoteche senza rumore – Ma la provocazione arriva da Luigi Marcello, che nel suo secondo intervento della giornata sottolinea: “Sono stato l’unico a difendere a spada tratta l’ordinanza che prevedeva di spegnere a mezzanotte e mezza la musica fuori dai locali. Poi, nella maggioranza, si è trovata una soluzione di compromesso. In ogni caso, quella che ho avanzato stamattina” durante la discussione sul rendiconto consuntivo “non è solo una provocazione, ma una proposta concreta. Dobbiamo farla nostra, prima che gli inglesi, spesso più lungimiranti di noi italiani, se ne approprino e la facciano fruttare. E’ notizia di queste ore, riportata in un servizio del Tg1: nella Francia meridionale è partita la sperimentazione delle cosiddette discoteche silenziose. Ai giovani vengono fornite delle cuffie e ognuno balla al suono della musica che preferisce. Facciamolo anche da noi”.

Cosa sono – Le silent disco sono locali o manifestazioni all’aperto che propongono una forma diversa di divertimento. I clienti possono usufruire di cuffie attraverso cui ascoltano, da due canali gestiti da altrettanti dj, la musica da ballo, che non viene diffusa nell’ambiente circostante. Un’esperienza sperimentata nel 2002 per la prima volta da un’azienda olandese.  

Più informazioni su