vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Stazione del porto di Vasto, mancano servizi

Più informazioni su

VASTO – Il recente episodio dell’aggressione di un’anziana e suo figlio, riporta d’attualità il problema di siccurezza nella stazione ferroviario del Porto di Vasto.
Lo scalo è frequentato quotidianamente da decine di pendolari che lavorano o studiano fuori Vasto. Inoltre, poichè molti treni veloci e a lunga percorrenza non fermano più a Vasto-San Salvo, è necessario recarsi a Pescara, cambiare treno e proseguire nel proprio viaggio. Per chi abita in città è sicuramente più facile da raggiungere piuttosto che arrivare in contrada San Tommaso, per questo è preferita da molti.
Basta vedere quante auto sono parcheggiati lì durante i giorni feriali per capire quante persone vi transitano.

Negli anni, però, la stazione ha subito un progressivo decadimento. Il primo servizio a sparire è stato quello di biglietteria e capo stazione. Oltre a fare i biglietti, la presenza di una persona garantiva sorveglianza diretta.

La biglietteria automatica è stata più volte danneggiata. Dopo l’ennesimo atto vandalico la dirigenza delle Ferrovie, piuttosto che provvedere alla riparazione aveva affisso  un cartello che annunciava il mancato ripristino del servizio. Il risultato era che chi si recava in stazione volendo fare il bigliettl ne restava senza, rischiando la multa una volta salito a bordo del treno. Ora è stata ripristinata, ma solo per i biglietti regionali.

Nonostante la presenza della videosorveglianza, in particolare nelle ore serali la sensazione di insicurezza è forte, come testimoniato da molte persone. L’obliteratrice posta sui binari non funziona e i bagni sono fuori servizio. I collegamenti degli autobus urbani sono scarsi, soprattutto nei giorni festivi.
Gli utenti della stazione chiedono da tempo che qualcosa venga fatto per migliorare accessibilità e sicurezza in questo luogo. Certamente bisogna fare i conti con i tagli imposti dalle Ferrovie. Anche alla stazione di Vasto-San Salvo la situazione non è molto migliore. Le proteste che si sono susseguite in questi anni non hanno prodotto i risultati attesi.

Ora questo nuovo episodio, il cui protagonista è sicuramente uno sconsiderato, ma che deve suonare come un campanello d’allarme.

E’ innegabile che la stazione del Porto di Vasto rappresenta un’importante risorsa per la città, a patto che vengano garantiti quanto meno i servizi minimi e la sicurezza .

Giuseppe Ritucci

 

Più informazioni su