vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La testimonianza: "Industrie e riserva, difficile convivenza"

Più informazioni su

VASTO – Auto parcheggiate all’incrocio e davanti ai cancelli delle aziende. Gente che attraversa all’improvviso.

E’ un percorso a ostacoli, quello che devono affrontare tutti i giorni gli autotrasportatori a Punta Penna.
Si fa sempre più difficile la convivenza tra porto, zona industriale e riserva naturale di Punta Aderci. E così turismo ed esigenze produttive tornano a scontrarsi nella parte settentrionale del litorale di Vasto proprio nei giorni in cui, terminate le ferie, le fabbriche ricominciano a produrre e a movimentare materie prime e prodotti.

Ma per altre persone le vacanze non sono finite. Il picco delle presenze turistiche durerà almeno fino a domenica. E anche per la prossima settimana si prevedono spiagge affollate.
Come quella di Punta Penna, cui si accede da una stradina che passa di fianco all’area portuale e si collega alla rampa d’accesso al porto e a via Osca, la carreggiata che attraversa la zona industiale. E’ quel crocevia a creare i maggiori problemi agli operatori commerciali.

“Ogni giorno – scrive a Vastoweb un camionista – attraversare l’incrocio che ci permette di arrivare fin giù al porto diventa impossibile, poiché in questo periodo le persone che si recano alla vicina spiaggia sono molte di più dei parcheggi disponibili e quindi lasciano macchine in mezzo agli incroci, alle strade e davanti ai cancelli di uffici, fabbriche e capannoni aperti in questi giorni. Noi che ci troviamo a passare con camion in mezzo a questa confusione, non ci sentiamo tranquilli visto che ci ritroviamo di colpo persone e soprattutto bambini in mezzo alla strada senza capire da dove escono”.

micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su