vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Spaccatura nel Pd, la lettera: "Il segretario si dimetta"

Più informazioni su

SAN SALVO – Ormai è guerra nel Partito democratico di San Salvo, dove il gruppo che si autodefinisce “componente responsabile del Pd”, chiede le dimissioni del segretario cittadino del Pd, Agostino Monteferrante. La spaccatura è delineata. Netta.

Lacerazioni che hanno provocato la caduta dell’amministrazione Marchese a un anno dalla scadenza naturale del mandato e il ritorno alle urne per elezioni che, per la prima volta a distanza di anni, si preannunciano dall’esito incerto, non pronosticabile.

Il documento – “I gravi avvenimenti che si sono succeduti negli ultimi mesi nella città di San Salvo – scrivono nella lettera aperta a Monteferrante i responsabili – rendono ormai improrogabile una presa di coscienza dell’attuale Segretario cittadino del Pd. La scellerata conduzione della dialettica politica all’interno del circolo democratico che ha determinato un’insanabile spaccatura, la fallimentare gestione della crisi amministrativa culminata con le dimissioni del sindaco Gabriele Marchese e l’inequivocabile e malcelato comportamento di parte che non garantisce una democratica gestione dell’imminente fase elettorale rendono improrogabile la rassegnazione delle dimissioni da parte del segretario cittadino del Partito democratico.
Carissimo Agostino Monteferrante – è l’appello rivolto  al leader locale del Pd – in questi mesi hai dato prova di non riuscire a garantire l’unità del partito e di non avere a cuore gli interessi generali della città. Il risultato del tuo lavoro è sotto gli occhi di tutti. Ti invitiamo ad avere un sussulto di dignità ed a fare un passo indietro per il bene del partito e di San Salvo”.
Nell’estate rovente del centrosinistra sansalvese torna ad alzarsi il livello dello scontro all’interno della coalizione che ha amministrato la città per oltre un quindicennio. Sembra già campagna elettorale, anzi quella pre-elettorale delle primarie annunciate dal segretario provinciale del Pd, Camillo Di Giuseppe. I blocchi contrapposti cominciano a delinearsi. Ma la confusione regna ancora sovrana.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su