vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Forte (Pd): "Chiodi non torni mai più a Vasto"

Più informazioni su

VASTO – “Il presidente della Giunta Regionale d’Abruzzo farà bene a non farsi più vedere da queste parti. In 3 anni di gestione della Regione il Governatore si è affacciato solo un paio di volte a Vasto e nel Vastese un territorio ‘cancellato’ dalla nuova mappa dell’Abruzzo disegnata da lui e dai suoi amici”.

Con queste parole il presidente del Consiglio Comunale di Vasto, Giuseppe Forte, ha reagito alla notizia della nomina di 4 Consigli di Amministrazione, nelle 4 province d’Abruzzo, per la gestione degli Istituti ex Ipab.

“Questa volta il Governatore – aggiunge Forte – si è superato cacciando dal cilindro magico un provvedimento che grida vendetta. L’ultima genialata di Gianni Chiodi rasenta l’incredibile. Il presidente, per quanto riguarda la Provincia di Chieti, ha nominato presidente l’avv. Gallucci di Chieti e due componenti il Consiglio di Amministrazione, uno di Arielli e l’altro di Frisa.

Inoltre, il ‘solerte’ presidente della Regione Abruzzo ha provveduto a nominare il collegio dei revisori dei conti che per la Provincia di Chieti che risulta composto da un commercialista di Pescara e da due colleghi di Francavilla al Mare”.

Tra le ex Ipab che riguardano Vasto figurano tre strutture: la Casa di Riposo di Sant’Onofrio, l’Istituto Genova-Rulli (con i suoi oltre 300 ettari di terreno di proprietà) e l’asilo Carlo Della Penna.

“Gli amministratori di queste strutture – ha aggiunto Giuseppe Forte -, fino a ieri non hanno percepito un centesimo facendo solo ed esclusivamente opera di volontariato. Basterà ricordare l’ottimo e infaticabile lavoro portato avanti da Lucia Molino e dai suoi collaboratori nella Casa di Riposo di S. Onofrio.

I nuovi amministratori, al contrario, percepiranno: il presidente 24
mila euro l’anno; i componenti il Consiglio d’Amministrazione 14.500 euro l’anno. Alla faccia dei tagli voluti dalla politica. E’ in questo modo che si tagliano poltrone, sgabelli e strapuntini? Davvero un bell’esempio quello dato dal Governatore d’Abruzzo”.

Una tiratina d’orecchie Forte la rivolge “a quei consiglieri regionali di questo territorio che hanno alzato la mano in Consiglio regionale e che nulla hanno fatto per impedire che istituzioni come il ‘Genova-Rulli’ e la casa di Riposo di Sant’Onofrio finissero nel calderone della Regione Abruzzo con grave danno per questa città e per questo territorio”.

Più informazioni su