vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Riserva, cartelli di benvenuto scritti in dialetto

Più informazioni su

VASTO – “Meè ti truve e ti pù rifè l’ucchie, a la spiaggia chiù belle di stu mêre”. Un cartello di benvenuto in dialetto, con relativa traduzione in inglese e in italiano, per dare il benvenuto ai visitatori della spiaggia di Punta Penna.

L’iniziativa è degli operatori della cooperativa Cogecstre, che gestisce la riserva di Punta Aderci. Non è mancata già qualche critica sulla non impeccabile scrittura della frase dialettale, ma è da apprezzare l’iniziativa che caratterizza uno dei tratti di costa più amati dai vastesi.

I cartelli in dialetto non sono un’iniziativa nuova. Al nord, sono molto utilizzati, in particolare su iniziativa della Lega, che addirittura, nei comuni dove è al governo della città, presenta addirittura la segnaletica stradale nel dialetto del posto.

Quello di Punta Penna potrebbe essere un esempio da seguire, magari in quei luoghi della città fortemente legati alla tradizione vastese.

“I cartelli in dialetto servono a trasmettere un messaggio: la riserva è il luogo dei vastesi. Non deturpiamola con incendi e atti vandalici”, afferma Stefano Taglioli, della cooperativa Cogecstre, che gestisce l’area protetta.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su