vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Scarichi, Rimini come Vasto: in riviera tutto il mondo è paese

Più informazioni su

VASTO – Sulla riviera adriatica tutto il mondo è paese. C’è una vicenda che accomuna Vasto a Rimini. Una storia torbida, come le acque di scarico.

E sono proprio gli scoli a mare ad avvicinare la perla della Romagna e il golfo più bello del Medio Adriatico.

Un problema che ha causato guai a non finire. Un’estate di emergenza. Non solo a Vasto, dove la magistratura indaga per scovare gli scarichi abusivi e capire di chi sono le responsabilità.

Succede la stessa cosa nella località balneare italiana più famosa nel mondo. Con un danno d’immagine che peserà inevitabilmente sulla prossima stagione turistica. Parole già scritte e pronunciate anche dalle nostre parti.

Analogie – Leggendo le cronache romagnole sembra di stare più o meno a Vasto.

Sentite cosa ha scritto Il Fatto Quotidiano sul suo sito internet: “E adesso il caos delle fogne di Rimini, una delle vergogne del sistema riviera, finisce sotto la lente d’ingrandimento della Procura della Repubblica. I magistrati riminesi, infatti, da qualche giorno hanno aperto un’inchiesta su un problema che da almeno quarant’anni colpisce Rimini e dintorni: quello degli sversamenti degli scarichi fognari in mare ogni volta che, causa un temporale, le tubature vanno in tilt”.

I reati ipotizzati sono “epidemia colposa, delitti colposi contro la salute pubblica, lesioni personali colpose, getto di cose pericolose”.

Non è tutto. “Se in giugno il sindaco Andrea Gnassi”, colui che, da assessore provinciale, inventò la Notte rosa, copiata in tutta Italia,  “aveva chiesto alla città di smettere di parlare di fogne per non turbare l’avvio di una stagione che si preannunciava di nuovo difficile, ormai il tema è deflagrato” e, in mancanza di soldi, si pensa a una “variante low cost, sui 120 milioni di euro, del maxi progetto da 900 milioni (un sogno) già discusso dal Consiglio comunale lo scorso inverno”. I grillini protestano e in Romagna è sorto anche il comitato Basta merda in mare.

Vasto-Rimini: mal comune, mezzo gaudio? No. A ognuno i suoi guai. Vasto pensi ai propri e l’Ato faccia la sua parte, visto che per anni ha dimenticato questo territorio, escluse le riparazioni urgenti (600 in città nel 2010). Altrimenti, da queste parti, il danno sarà maggiore. Qui non ci sono milioni di turisti.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su