vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Furti al cimitero, sparisce di tutto: fiori, vasi e statuette

Più informazioni su

VASTO – Quello che racconta un nostro lettore, M.L., è solo l’ultimo caso accaduto nel cimitero di Vasto. “Avevo portato due rose sulla tomba di mia nonna e due su quella dell’altro mio nonno, a poca distanza tra di loro, poi mi ero avviato verso l’uscita. Il tempo di arrivare alla macchina e mi sono reso conto di aver lasciato un borsello vicino una terza tomba che avevo visitato. Sono rientrato e, passando davanti alle tombe dei miei nonni, mi sono accorto immediatamente conto che le rose non c’erano più. Nemmeno pochi minuti e qualcuno le aveva prese”.

E’ uno dei tanti episodi di furti che avvengono all’interno del cimitero. Fiori, piante, vasi, statuette, addirittura i sottovasi in plastica. Chiaramente è materiale che poi rimane all’interno del cimitero stesso, anche perchè resta difficile pensare ad un altro tipo di utilizzo.

C’è chi ha cercato di evitare di subire il furto scrivendo il nome sulle cose lasciate sulla tomba dei propri cari. Ma, stando ai numerosi racconti, non è servito a molto.

Più che il danno economico è il gesto a creare molto fastidio in chi è vittima di questi episodi. Probabilmente solo l’installazione di telecamere a circuito chiuso potrebbe mettere un freno a questi episodi. Il controllo dei custodi non è sufficiente, perchè l’area è molto vasta ed è difficile da controllare a vista.

La speranza è che, almeno per i defunti, si possa arrivare ad avere un po’ più di rispetto.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su