vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Statale e pista ciclabile, sicurezza zero"

Più informazioni su

VASTO – Da Incoronata Ronzitti, candidata a sindaco di Vasto alle elezioni comunali del 15 maggio scorso, riceviamo e pubblichiamo:

“Lunedì 29 agosto nel tardo pomeriggio lungo la Statale 16 Sud di Vasto si è ripresentato lo stesso scenario che, purtroppo, ci ha tristemente accompagnato durante tutta la stagione estiva: Donna viene investita sulle strisce pedonali. Gravi le sue condizioni.

Stessa notizia, stesso fatto; cambiano le persone ed i mezzi coinvolti ma non cambia la dinamica, se non di poco, e non cambia il luogo, se non di qualche centinaio di metri. È proprio il caso di dire a proposito della Strada Statale 16 Sud, cronaca di una morte annunciata. Eppure, non possiamo e non dobbiamo cedere alla rassegnazione e muta accettazione di una realtà stradale che chiede un contributo in termini di vite umane quasi quotidianamente. L’area urbana che si trova lungo la statale 16 sud ha subito una fortissima urbanizzazione, e quindi, antropizzazione. Era logico e naturale che le persone si sarebbero riversate in massa lungo la strada per passeggiare, raggiungere il mare, andare a fare la spesa, lavorare. E doveva essere altrettanto logico e naturale prevedere, unitamente alla redazione del Prg e sue modifiche, un diverso assetto delle opere infrastrutturali tra cui proprio la statale 16 sud che oggi, più che mai, ha bisogno di un intervento in variante per la circolazione veicolare.

Altro punctum dolens è la pista ciclabile realizzata appena un anno fa a ridosso dell’intera area dunale alla marina di Vasto. Opera meravigliosa e assai gradita, quanto mai azzeccata! Peccato, però, che quest’anno, causa mancanza totale di illuminazione e manutenzione inesistente, non è stata molto utilizzata ed in alcune ore, affatto utilizzata. Cosa che avrebbe costituito, se non altro, una valida alternativa alla statale. Sappiamo bene che la mancanza di illuminazione e la sporcizia, sia umana che animale, è colpa dei vandali e delle persone prive di senso civico e del rispetto per le cose pubbliche. Ma, aihmè, anche di fronte a tanta pochezza, l’amministrazione non può, comunque, rimanere inerme e dimostrarsi impotente o indolente. 

Le opere infrastrutturali che quest’anno, in modo particolare, hanno dato l’esatta misura della loro inadeguatezza, vetustà e mancanza di attenzione e manutenzione, richiedono interventi necessari, importanti e non più procrastinabili.

Ne va della pubblica sicurezza ed incolumità dei cittadini tutti, compresi i turisti, oltre che dell’immagine turistica della città che sicuramente quest’anno non siamo riusciti a salvaguardare. Ne và della credibilità in un buon governo della città”.

Più informazioni su