vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

I due cani maltrattati cercano casa

Più informazioni su

VASTO – Il cucciolo trovato incaprettato il 31 agosto a Monteodorisio sta guarendo, sia dalle ferite fisiche che psicologiche inflitte da un uomo senza cuore, grazie alle attente cure dei volontari dell’Associazione Amici di Zampa.

Anche il fratello del piccolo sfortunato ha oramai preso confidenza con l’uomo ed è pronto a ricevere tanto amore da un padrone vero che sappia occuparsi seriamente di lui.

I due cuccioloni sono docilissimi possono anche vivere in casa, sono davvero dei pelosetti speciali che sapranno essere riconoscenti a vita a chiunque aprirà la propria casa per prendersene cura.

Il cucciolone bianco battezzato REMO pesa circa 6 Kg mentre il fratello ROMOLO circa 8 Kg.

Per chi fosse davvero intenzionato a dare affetto e cure a questi due angeli contatti il 3476647422 mentre per chi volesse contribuire al mantenimento e cure dei piccoli può fare una donazione all’associazione “Amici di Zampa” IBAN IT60C0574867684510200913630 Banca dell’Adriatico .

Grazie a tutti coloro che ci aiuteranno a continuare orgogliosi nella nostra missione.

Marilena Di Tullio
Associazione Amici di Zampa

La vicenda. Ieri sera la volontaria dell’Associazione Amici di Zampa Marilena Di Tullio si è imbattuta in una scena raccapricciante: due cuccioloni di cane incrocio lagotto che correvano dietro le poche macchine che percorrono una strada di campagna in località San Berardino nel Comune di Monteodorisio.

Parlare di cani che vengono abbandonanti nel periodo estivo non è una novità, ma vedere un cane che viene abbandonato incaprettato è davvero tanto e troppo crudele. Il cucciolone in foto, che aveva le zampe posteriori legate strette con una corda ed un’altra cavezza al collo, si dimenava saltellando con le poche forze rimaste.

Con molta pazienza la volontaria è riuscita a prelevarli dalla strada e trasportarli immediatamente alla Clinica Veterinaria dell’Adriatico di Vasto dove sono state prontamente fornite le prime cure. Le veterinarie della clinica allibite nel vedere uno strazio simile sono riuscite a liberarlo da quella barbara tortura. Il fratello, sicuramente più fortunato, è in condizioni fisiche migliori non avendo subito sevizie. E’ vergognoso!

Più informazioni su