vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

D'Alessandro (ApV): "Sul Parco politica pasticciona"

Più informazioni su

VASTO – “Classe politica disattenta, pasticciona e inconcludente”. Davide D’Alessandro (Alleanza per Vasto) spara a zero sulle due fazioni contrapposte: favorevoli e contrari al Parco nazionale della Costa teatina.

Una vicenda che “è lo specchio che rimanda l’immagine della tristezza italica, della lotta tra bande, i guelfi e i ghibellini che si contendono il territorio, della povertà della politica che non sa decidere; da una parte i niet che non convincono, dall’altra striscioni e cori contro il Presidente Chiodi. Invece di ragionare, concretamente, se il Parco sia occasione di sviluppo e opportunità di crescita per una parte della Regione oppure no, lo scontro diventa politico, la contrapposizione sterile; da una parte l’assessore Febbo, che non ha gestito il tema con sapienza, dall’altra gli urlatori che ne chiedono le dimissioni. E il Parco? Che ne sarà del Parco? Vedremo. Intanto, è tutto un accapigliarsi tra chi è favorevole e chi contrario, tra chi era contrario e ora è stato spinto a diventare favorevole, tra chi vuole perimetrare e chi no, tra chi si era dimenticato di perimetrare e ora corre perché la scadenza del 30 settembre impone la scelta.
Non è un bel vedere. La tanto invocata programmazione non ci appartiene. A pagare è l’Abruzzo, Regione con la quale la Natura si è mostrata Madre e non Matrigna, esageratamente generosa e ben disposta a regalarle bellezze di mare e di montagna, non ancora adeguatamente sfruttate da una classe politica disattenta, pasticciona e inconcludente”.

Più informazioni su