vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Piscina, Sel: "Se ne parli in Consiglio"

Più informazioni su

VASTO – Approderà in Consiglio comunale la questione stadio del nuoto. “Tariffe e analisi dello stato delle cose”. Questo l’argomento che Sinistra ecologia e libertà intende inserire all’ordine del giorno. La richiesta è stata avanzata dai due consiglieri comunali di Sel, Maurizio Vicoli e Mauro Del Piano, al presidente dell’assemblea civica, Peppino Forte.

“Considerato – scrivono i due esponenti del partito di Vendola – che il bando per l’affidamendo della piscina comunale è stato realizzato con garanzie di tutela sia per gli utenti che per i lavoratori della piscina; che è fatto divieto assoluto al gestore di aumentare le tariffe”, rimaste invariate nel bilancio di previsione 2011 approvato nella scorsa seduta del Consiglio, Sel fa notare anche che “eventuali aumenti tariffari possono essere deliberati solo dall’amministrazione e che, inseriti nel bilancio, devcono essere ratificati dal Consiglio comunale”, oltre a rilevare l’aumento “del 20%” previsto dal “volantino pubblicitario stampato dal nuovo gestore” e l’apertura delle iscrizioni, avvenuta il 22 agosto “con l’applicazione delle nuove tariffe”.

Il secondo problema riguarda il reimpiego da parte della società Sport Management srl di Verona dei 30 lavoratori della cooperativa Co.Me.Te.  che, in base al bando di gara, “devono essere riassunti per tutta la durata del contratto con le stesse condizioni economiche e normative”. Invece “il nuovo gestore sta proponendo ai lavoratori contratti di assunzione che non rispecchiano quanto previsto dal contratto-convenzione di affidamento tanto che”, al 12 settembre, giorno di presentazione della richiesta dei rappresentanti di Sel, “solo 8 lavoratori hanno firmato il nuovo contratto di assunzione”.

Vicoli e Del Piano chiedono di inserire la questione nella prossima seduta del Consiglio comunale.

Più informazioni su