vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

S.Gabriele, la prima sfida della nuova stagione è con il Casoli

Più informazioni su

VASTO – Prima partita dell’anno per la San Gabriele Volley. Dopo un mese intenso di allenamenti, le ragazze vastesi hanno disputato una buona gara contro il Casoli nella palestra di via Silvio Pellico.

Il risultato finale, 3-1 per le ospiti (19-25/25-20/21-25/15-10), non crea preoccupazioni a Ettore Marcovecchio. “Era importante ritornare in campo in una partita vera -ha commentato l’allenatore vastese. La gara è stata agonisticamente valide su ambo i fronti. Noi abbiamo da migliorare molto in ricezione e a muro. Lo sapevo già e continueremo a lavorare in questa direzione. Spero che il 29, nella prim a gara di Coppa Italia, sempre contro il Casoli, riusciremo a fare molto meglio”.

Marcovecchio, durante l’incontro, ha mandato in campo tutte le 12 ragazze a disposizione. Solo Laura Delli Quadri e Caterina De Marinis non sono mai andate in panchina. “Buone prove di Mileno e De Marinis – commenta l’allenatore-, Delli Quadri ha mostrato buoni miglioramenti in attacco, ma deve continuare a migliorare a muro e sopratutto in difesa e ricezione”. E’ stata anche l’occasione per vedere all’opera le due nuove giocatrici della San Gabriele. “La palleggiatrice Mariangela Tretola è andata abbastanza bene, ma deve lavorare ancora molto. Silvia Campofredano non ancora riesce a prendere bene le misure con il ruolo di centrale, ma mi aspetto molti miglioramenti da lei. In ogni caso tutte le 4 centrali devono fare un grande passo in avanti per poter affrontare il campionato di B2. Molto positivi i rientri in squadra di Paola Tosone e Arianna Carnevale, dopo un anno di assenza”.

Insomma, il cantiere è ancora aperto. C’è ancora un mese di lavoro prima dell’esordio in campionato. Un mese in cui Ettore Marcovecchio e Maria Luisa Checchia chiederanno l’impegno massimo alle ragazze, per presentarsi ai nastri di partenza della B2 in condizione di potersela giocare alla pari con molte delle avversarie.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su