vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Killer foggiano si costituisce a Vasto

Più informazioni su

VASTO – Si è costituito al carcere di Torre Sinello, a Vasto, il presunto autore dell’omicidio di Alessandro Senisi, il ragazzo ucciso il 5 settembre a San Nicandro Garganico. Si tratta di Ciro Fania, 50 anni, detto «pcozz» già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e armi.

Il nome di Fania era venuto fuori già dall’inizio dell’indagine nel corso della quale gli inquirenti hanno ascoltato decine di testimoni. Nel corso delle indagini dei carabinieri di San Severo, del reparto operativo di Foggia e della squadra mobile – coordinati dai sostituti procuratore del tribunale di Lucera, Pasquale De Luca e Alessio Marangelli – molti testimoni aveva raccontato di aver visto l’indagato sparare contro la vittima. Inoltre è emerso che la vittima era stata abbandonata davanti alla postazione del 118 di San Nicandro Garganico da una persona a bordo di una Fiat Grande Punto di colore bordeaux di proprietà del cugino di Senisi. Secondo la ricostruzione degli investigatori il giorno dell’omicidio la vittima si trovava in una masseria, in località Feudo dove, poco dopo, era sto raggiunto a bordo di uno scooter da Fania: i due hanno avuto un litigio al termine del quale l’uomo ha estratto la pistola sparando tre colpi di pistola contro Senisi. Subito dopo l’omicidio gli investigatori si sono messi alla ricerca di Fania tanto da fargli terra bruciata intorno: cosi dopo 12 giorni di latitanza l’uomo si è presentato al carcere di Vasto, costituendosi.

Le indagini sono ancora in corso sia per accertare il movente dell’omicidio e sia per rintracciare l’ arma che ha ucciso Senisi.

Luca Pernice – corrieredelmezzogiorno.corriere.it

Più informazioni su