vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

In centro è ancora carenza idrica

Più informazioni su

VASTO – Cessa il caldo torrido, si abbassano le temperature, ma nel centro storico di Vasto è sempre emergenza idrica. Ancora rubinetti a secco negli ultimi giorni nella città antica, dove i residenti lamentano disagi senza fine, che si protraggono ormai da oltre tre mesi.

Ieri una nuova falla nelle condotte ha causato la chiusura mattutina della corsia a salire di corso Garibaldi, dove per tutta la mattinata hanno lavorato i tecnici di un’impresa di San Salvo per riparare la tubatura. In quella zona altre 4 lesioni si erano già verificate tra maggio e giugno. “La Sasi”, società che gestisce reti idriche e fognarie in provincia di Chieti, “ha manifestato l’intenzione di procedere alla sostituzione dell’intero tratto di condotta di corso Garibaldi, anche se non sappiamo quando lo farà”, dice Ignazio Rullo, dirigente del settore Servizi del municipio.

La scorsa settimana un uomo che stava correndo sulla pista di atletica del Parco delle Lame ha improvvisamente accusato un malore. Erano i sintomi di una progressiva disidratazione. Il malcapitato si è avvicinato a una fontanella ma, quando l’ha aperta, ha scoperto che non c’era l’acqua. E’ stato soccorso poi dagli altri presenti.

Secondo Rullo, non si può parlare di emergenza, ma di “ordinarie chiusure dei flussi idrici operate dalla Sasi”, la società che gestisce le tubature di acqua e fogne in provincia di Chieti. “Anche nelle serate d’inverno – afferme in funzionario – accade la stessa cosa. Le chiusure vengono effettuate sempre e comunque per riempire i serbatoi di approvvigionamento che, così, si riempiono e danno la giusta pressione per far sgorgare l’acqua. La città antica e, più in generale, tutte quelle abitazioni che sono sprovviste di autoclave, rimangono a secco”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su