vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il 4 novembre raccontato dai bambini

Più informazioni su

VASTO – Le celebrazioni per la festa delle forze armate e il ricordo dei caduti hanno visto la numerosa partecipazioni di bambini e ragazzi delle scuole vastesi. Sono stati attenti osservatori di quanto accadeva, molti di loro con le macchinette fotografiche per immortalare le fasi della cerimonia. Un’aluna della quinta elementare della Spataro, Sara Silvestri, ha voluto scrivere le sue impressioni su questa giornata.

“Oggi (ieri, ndr), giorno solenne abbiamo commemorato i caduti che hanno donato la propria vita per la patria . Nella mattinata si è svolta la celebrazione , in corteo fino alla chiesa di San Giuseppe dove si è svolta la messa. Alla celebrazione abbiamo partecipato noi bambini delle scuole primarie e medie di Vasto, i rappresentanti delle forze dell’ordine, i rappresentanti del Comune,  il Sindaco e infine la banda che ci ha accompagnato in tutto il tragitto.

Mi hanno colpito molto le parole di Don Gianfranco che  è riuscito a spiegarci bene il concetto di pace, di amicizia, di rispetto.

Successivamente il corteo è andato in tre zone importanti del centro storico di Vasto per deporre le corone d’alloro:  a Piazza Brigata Maiella, al  monumento dei caduti in mare, e infine al  monumento dei caduti a Piazza Caprioli .

Qui il sindaco ha ringraziato tutti i presenti, le varie associazioni e le forze pubbliche ed ha spiegato l’importanza di questa commemorazione, parlandoci brevemente della guerra e dei suoi tantissimi caduti vastesi.

Le nostre classi si sono molto interessate alla manifestazione e alla fine hanno fatto domande al sindaco, al presidente del consiglio comunale, al capitano dei carabinieri e al nostro preside sulla manifestazione del 4 novembre. Tutti sono  stati molto contenti della nostra partecipazione e ci hanno augurato di ricordare anche in futuro, il sacrificio di quegli uomini andati in guerra e mai tornati , che hanno combattuto per il nostro territorio.

Questa giornata mi ha fatto riflettere molto su come gli uomini hanno lottato e si sono sacrificati per dare a noi un futuro di pace. Mi ha fatto capire che la memoria va sempre rispettata per far capire anche alle nuove generazioni, come la nostra e a quelle che verranno, l’importanza della lotta che tanti vastesi hanno fatto, anche per noi e l’importanza della costruzione della pace”.

Sara Silvestri
Classe quinta C
Scuola Primaria Spataro
1° Circolo Didattico di Vasto

Più informazioni su