vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il 18 dicembre Fiera natalizia: esercenti sul piede di guerra

Più informazioni su

VASTO – Un’altra fiera natalizia? No grazie. Confcommercio sul piede di guerra a Vasto, dove il 18 dicembre prossimo si terrà nell’area di viale Giulio Cesare una manifestazione simile a quella di San Michele e alla Fiera delle bancarelle.

“I commercianti a posto fisso ribadiscono con fermezza che in questo periodo di crisi, in cui è forte la contrazione dei consumi delle famiglie, non ci si può permettere, con manifestazioni del genere, di rovinare le vendite natalizie”, protesta Angelo Allegrino, presidente provinciale di Confcommercio, che precisa: “I negozianti, che non sono contro le fiere e l’hanno sempre dimostrato nel tempo, sono convinti che a Vasto due fiere l’anno siano più che sufficienti,  pertanto ritengono fuori luogo ed assurdo che si possa autorizzare una manifestazione del genere in quel periodo dell’anno. I commercianti a posto fisso chiedendo in modo tassativo che detta manifestazione non si tenga e invitando il sindaco Lapenna e l’amministrazione al diniego di autorizzazioni varie”.

Ma la fiera natalizia si farà. Lo conferma Mario Olivieri: “L’amministrazione – dichiara l’assessore al Commercio – ritiene utile realizzare questa iniziativa per dare due opportunità in un periodo di crisi: consentire ai commercianti ambulanti di avere un’occasione in più di vendere i propri prodotti, ma anche dare ai cittadini una maggiore possibilità di scelta. La concorrenza non può che far bene, perchè consente ai clienti di acquistare a prezzi più bassi. Non è certo un modo per fare cassa. Basti pensare che il Comune con la Fiera delle bancarelle ha incamerato appena 3mila euro dalla tassa di occupazione del suolo pubblico. Se pensate che bisogna pagare gli straordinari dei dipendenti municipali che hanno prestato servizio in quella giornata e la corrente elettrica, è facile capire quanto quella cifra sia irrisoria”. Le bancarelle erano 227 in viale Giulio Cesare, via Alessandrini e via Pertini. “Dal prossimo anno – afferma Olivieri – dovremo regolamentare in maniera diversa l’occupazione di suolo pubblico, in modo che gli operatori commerciali paghino in modo equo, senza che i costi di manifestazioni come queste gravino sulle tasche dei contribuenti”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su