vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

D'Adamo: "Cambiate le bandiere. O lavatele…"

Più informazioni su

VASTO – Il livello culturale della nostra città si può misurare guardando lo stato di manutenzione del Municipio. Ora mi si dirà che non ci sono soldi e che ci sono cose da fare e problemi da risolvere molto più importanti. Inoltre molti diranno che, siccome il palazzo del Municipio è brutto, andrebbe abbattuto e le sue funzioni trasferite in altro luogo.

Vorrà dire che fino a quel momento lo terremo così, anzi il suo stato peggiorerà. Ma poco importa.
Almeno le bandiere esposte sull’ingresso, però, quelle bandiere che rappresentano il “rispetto” per la città, per l’Italia e per l’Europa, almeno quelle bandiere potrebbero essere sostituite o quantomeno lavate?

Il Quattro novembre, meglio dire il Cinque (giorno della cerimonia), in occasione del ricordo dei Caduti di tutte le guerre, Festa dell’Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate, quelle bandiere facevano decisamente schifo. A peggiorare il senso civico poi, faceva (e fa) bella mostra di se, anzi era (ed è) ostentata, quella che a quanto pare sia l’unica bandiera che interessi i nostri amministratori: la “bandiera blu”.

Bene! Si era formato un comitato per il restauro del Monumento ai Caduti che avrebbe dovuto provvedere all’operazione entro il Quattro novembre, nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia, e come risultato si è conseguito il grande successo di “rinfrescare” su questo monumento i nomi dei caduti con “pennarelli”. Ora, io vorrei provvedere a fare una colletta per acquistare nuove bandire da esporre sull’ingresso del Municipio. Qualora questa operazione diventasse “difficoltosa” vorrei, a mie spese, provvedere a lavare queste “Bandiere”. La Bandiera Italiana, la Bandiera cittadina e la Bandiera Europea. Bandiere con la B maiuscola.

Lascio invece agli amministratori l’onore di “lavare” la bandiera blu, il cui significato di “riconoscimento per la sostenibilità ambientale” vede costoro “assai” partecipi. Scarichi a mare, centrali a biomasse,  cementificazione di Colle Pizzuto, indecisioni sul Parco …. solo per fare alcuni esempi.

Francescopaolo D’Adamo

Più informazioni su