vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Denso, ancora cassa integrazione: una settimana al mese

Più informazioni su

SAN SALVO – Una settimana al mese di cassa integrazione per i prossimi 3-4 mesi.
Frena la produzione alla Denso, la multinazionale giapponese che a San Salvo realizza componenti per auto. I 971 operai dello stabilimento di Piana Sant’Angelo lavoreranno a singhiozzo fino a febbraio-marzo.
“Alla situazione di crisi generale che attanaglia l’intero settore dell’automotive bisogna sommare la flessione di mercato tipica di questo periodo dell’anno e i lavori di sistemazione delle linee produttive”, spiega Mario Codagnone, segretario provinciale della Fiom-Cgil.
Ma è in sofferenza dall’autunno del 2008 l’intero comparto metalmeccanico del Vastese. I posti di lavoro a rischio oscillano ancora tra i 900 e i mille.

La situazione è critica in molte aziende di Vasto, San Salvo e Gissi. Preoccupano le condizioni economiche in cui versa la Cmi Orlandi nella zona industriale di Piana Sant’Angelo. I circa 50 operai dei due stabilimenti non vengono pagati ormai da tre mesi. Oggi si terrà un’assemblea sindacale, mentre nei prossimi giorni la proprietà dovrebbe versare ai dipendenti i primi due stipendi arretrati.
Nubi si addensano anche sul futuro della Valsinello Teknolamiere di Gissi, dove i lavoratori sono un centinaio. E più in generale “permangono situazioni di grande sofferenza, con un calo della produzione che si aggira, a seconda dei casi, tra il 50 e il 60%”, racconta Codagnone, che chiede l’impegno delle istituzioni regionali.

I rappresentanti dei lavoratori attendono la convocazione di un forum sull’occupazione per far sedere attorno a un tavolo non solo aziende e sindacati, ma anche i politici, che devono creare le condizioni necessarie a evitare un’emorragia occupazionale in grado di mettere in ginocchio l’economia del Vastese.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su