vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Lago di liquami in via San Rocco, esposto alla magistratura

Più informazioni su

VASTO – Un lago di liquami dietro l’ex depuratore di via San Rocco. Un esposto alla Procura di Vasto, al Nucleo operativo ecologico dei carabinieri e al Commissariato di via Bachelet perché indaghino e accertino eventuali responsabilità è stato presentato da Stefano Moretti, responsabile dell’Aia, osservatorio antimafia d’inchiesta.

“La conduttura della rete fognante, ormai al collasso, coperta da rovi e cespugli è stata completamente aperta per far defluire i liquami quando tutta la rete sovraccarica viene sottoposta a forte pressione”, racconta Moretti. Il contenuto trasportato dalla fogna forma un lago artificiale altamente inquinante i cui liquidi vengono assorbiti dal terreno e finiscono nelle falde sottostanti ed inevitabilmente, per forza di gravità, vengono riversati in mare. Nonostante questo colpo di mano la rete comunque non riesce a smaltire la forte e pressione ed a monte dell’apertura e precisamente lungo il vallone della Maddalena i tombini, adiacenti a Via Cinque Olivi ed alla pista ciclabile, saltano tutti per aria riversando i liquami nelle campagne circostanti”.

L’Aia di Vasto ricorre, dunque, alle vie legali per chiedere a magistratura, polizia e Noe dei carabinieri “l’individuazione di eventuali responsabili e l’obbligo per l’amministrazione di ripristinare lo stato dei luoghi bonificando il lago di liquami. Inoltre l’Osservatorio antimafia si chiede a che punto sono le indagini sul disastro ambientale di Fosso Marino. Stiamo redigendo un dossier articolato sulla situazione vastese che verrà consegnato a breve alla sede italiana ed europea della Fee in quanto, nella situazione attuale, Vasto, per l’inefficienza di questa amministrazione, non merita la Bandiera Blu. Lo stesso dossier verrà inoltrato al senatore Giuseppe Pisanu Presidente della Commissione parlamentare Antimafia. L’Osservatorio antimafia si costituirà parte civile in un eventuale procedimento giudiziario”.

 

Più informazioni su