vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Donna investita al terminal, la marcia era innestata"

Più informazioni su

VASTO – “Al momento di mettere in moto, la marcia era innestata. Questo ha provocato il balzo in avanti del pullman”. Lo affermano Giovanni e Antonello Cerella, gli avvocati dell’autista del pullman che il 14 novembre scorso ha investito Giuseppina Sabatini, la donna di 67 anni che aspettava il bus diretto a Scerni. La donna travolta dall’autobus della linea Vasto-Casalbordino-Pollutri in uno stallo di sosta del terminal di via Conti Ricci, è ancora ricoverata in prognosi riservata all’ospedale clinicizzato di Chieti, dove è stata trasferita dopo un primo intervento a Vasto.

“Al momento – affermano i legali del conducente – non è stata presentata nessuna querela dalla parte lesa. Si tratta di lesioni colpose. Non c’è stata alcuna volontarietà. E’ stata una tragica fatalità: al momento di mettere in moto, la marcia era innestata. Questo ha provocato il balzo in avanti del pullman” che ha travolto la donna seduta sulla panchina e l’intera pensilina.

Più informazioni su