vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La Rana dopo la sentenza: "E' la fine di un incubo"

Più informazioni su

VASTO – Per Antonio La Rana è “La fine di un incubo”. Sono le prime parole che il magistrato prosciolto pronuncia dopo la sentenza con cui il Gup del Tribunale di Vasto, Stefania Izzi, ha prosciolto lui e gli altri 10 imputati dell’inchiesta che veniva chiamata caso La Rana.

Ora il caso La Rana non esiste più. “Oggi finisce un incubo”, dice il giudice. “Non ho mai dubitato della giustizia. Domani penserò al da farsi, ma credo sia il caso di ricostruire cosa è accaduto a Vasto in questi anni e fare luce sul buio di questa vicenda giudiziaria”.  

Esultano anche i difensori delle altre persone coinvolte nella vicenda giudiziaria iniziata nel 2004. “Questa sentenza rende onore a un fedele servitore dello Stato”, commenta Pierpaolo Andreoni, avvocato di Ciro D’Augelli, maresciallo dei carabinieri attualmente in servizio al Nucleo operativo della Compagnia di Termoli.

“Con le decisioni dei giudici di Bari prima e di Vasto poi, terminano 7 anni di ossessione per i miei assistiti”, dice Giovanni Cerella, legale dei cancellieri del Tribunale Maria Rosa Catania e Silvio De Vincentis e di Giuseppe Di Risio, appuntato in congedo dei carabinieri. A breve verrà convocata una conferenza stampa in cui i difensori commenteranno la sentenza.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su