vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Scerni: incidente in moto, muore meccanico 21enne

Più informazioni su

SCERNI – Un violentissimo schianto in moto. E’ così che ha perso la vita Mario D’Ercole. Aveva appena 21 anni. Il drammatico incidente è avvenuto via Dante Alighieri, nel centro abitato di Scerni.

Una rovinosa caduta ha squarciato il silenzio della notte attorno alle 3. Il giovane ha perso improvvisamente il controllo della moto da enduro Honda HM 450 ed è finito a terra, scivolando per una quarantina di metri. La moto è finita con la ruota contro la fontana e poi è scivolata ancora, fino ai bidoni della spazzatura che si trovano ai margini della strada. Il corpo del ragazzo sbalzato a terra sul marciapiede semicircolare.

Molti residenti della zona raccontano di non essersi accorti della gravità di quanto accaduto. Scattato l’allarme, sul posto sono giunti i sanitari del 118 e i carabinieri della Stazione di Scerni. Ad allertarli è stato un uomo del posto che si trovava a passare e ha visto moto e ragazzo a terra. Vicino al punto in cui è avvenuto l’impatto sono evidenti le tracce di frenata.

Per Mario D’Ercole non c’è stato nulla da fare. Lavorava a Torino di Sangro in un’officina specializzata nella riparazione di pompe idrauliche. Qualche volta dava una mano anche al padre, meccanico pure lui. La salma del giovane si trova nella casa di famiglia, in contrtada tratturo, dove è un via vai continuo di parenti, amici, conoscenti, e semplici cittadini scossi dalla tragedia. Ci sono anche gli ex colleghi della Honda di Atessa, dove il ventunenne aveva lavorato per un anno. 

Il via libera alla restituzione del cadavere e della moto, una Enduro di grossa cilindrata, è stato dato dal sostituto procuratore di Vasto, Giancarlo Ciani, non essendoci dubbi sulla dinamica e in assenza di responsabilità di terzi. Non ci sarà, dunque, alcuna inchiesta giudiziaria. “E’ stata una tragica fatalità. E’ probabile che la causa sia stata l’asfalto viscido”, bagnato dall’umidità, ipotizza il capitano dei carabinieri Vincenzo Orlando, comandante della Compagnia di Atessa.

La notizia della morte di Mario stamani ha fatto rapidamente il giro di Scerni. Più di qualcuno, non appena venuto a sapere della tragedia dai manifesti a lutto o dai compaesani, è scoppiato a piangere.

Distrutti dal dolore papà Vincenzo, proprietario di un’officina meccanica, mamma Loredana, casalinga, la sorella Romina, studentessa universitaria. Non sa darsi pace Stefania, la ragazza di un giovane che il drammatico incidente di stanotte ha strappato troppo presto all’affetto dei tanti che gli volevano bene. Domani, alle 15, nella chiesa di San Panfilo, i funerali del 21enne.

 

Più informazioni su