vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

No alla centrale a biomasse, sabato 2^ assemblea pubblica

Più informazioni su

VASTO – Un’altra assemblea pubblica per dire no alla centrale termoelettrica a biomasse nella zona industriale di Vasto. A convocarla per sabato prossimo, alle 17, è l’ambientalista Ivo Menna, leader della lista civica La Nuova Terra.

Si terrà di nuovo al Politeama Ruzzi, come sabato scorso, quando il Comitato cittadino per la tutela del territorio ha chiamato a raccolta attivisti e semplici cittadini per quella che viene considerata una delle tappe della battaglia che finirà nelle aule giudiziarie, visto che, tramite i propri avvocati, Vittorio Emanuele Russo e Maria Grazia Mancini, il Comitato ha presentato un ricorso al Tribunale amministrativo regionale.

“La tutela del territorio non si può limitare all’individuazione dei siti di interesse comunitario, senza poi passare alla tutela di fatto; uno strumento per la tutela di fatto esiste ed è quello della Valutazione d’incidenza ambientale che è obbligatoria e non sostituibile. Ma la cosa grave è che la Regione ha dimenticato la presenza del Sc, sito di interesse comunitario, non richiedendo la valutazione di incidenza ambientale. Quindi tutti gli altri enti hanno espresso sull’autorizzazione un parere viziato dalla mancanza di questi dati fondamentali”, sostiene la Mancini. Intanto, Anna Suriani, finita al centro delle polemiche, precisa: “La mia contrarietà a questo progetto è chiara, palese, incontrovertibile e vorrei che non ci fossero delegittimazioni. Il nostro no alla centrale di Punta Penna è andato anche oltre la posizione di Sel a livello nazionale, a favore degli impianti a biomasse fino a un megawatt”, dichiara l’assessore all’Ambiente del Comune di Vasto.
E il vice sindaco, Antonio Spadaccini, ribadisce: “L’Idv è contraria, non tanto per il tipo di centrale, quanto per la sede scelta”.

Più informazioni su