vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il racconto: "La voragine si è aperta sotto i miei piedi"

Più informazioni su

VASTO – Si è sentito mancare il terreno sotto i piedi. Passeggiava insieme a un conoscente, quando è sprofondato nella voragine. Il lungomare è franato proprio mentre passava lui. E’ accaduto all’inizio dell’anno. Se l’è cavata con due costole fratturate ed è guarito in 50 giorni. Ma è un’esperienza che non dimenticherà per tutta la vita.

“Si è aperta una voragine sotto i miei piedi e ci sono caduto dentro”, racconta Armando Aganippe, proprietario di un bar del centro storico di Vasto. “Mentre mi avvicinavo a un terreno di mio interesse, al di sotto dell’ex tracciato ferroviario – spiega a Vastoweb – ho sentito la terra che cedeva sotto i miei piedi e sono caduto dentro il fosso che si è aperto proprio in quel momento. E’ stato un attimo. Istintivamente, ho fatto leva sulle braccia e ne sono venuto fuori. In ospedale ho scoperto che mi ero rotto due costole. Cinquanta giorni di prognosi. Sono qui a raccontarvi l’ episodio  per evitare che ciò accada anche a qualcun altro” e per chiedere al Comune “provvedimenti necessari a garantire sicurezza in un tratto degradato della passeggiata”, dove i cornicioni e scalinate a mare si sgretolano, ringhiere e pali della luce sono arrugginiti e il tratto calpestabile è pieno di avvallamenti, che stanno per franare.

Per vie legali, Aganippe ha chiesto al Comune il risarcimento dei danni.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su