vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il S.Paolo juniores ha il "mal di trasferta"

Più informazioni su

VASTO – Le trasferte restano stregate per la juniores del San Paolo Vasto calcio a 5 che cede in trasferta alla Domenico Allegrino per 8 a 5 nell’impianto del Palarigopiano a Pescara. Partita altalenante quella dei ragazzi di mister Rossi. I vastesi passano in vantaggio con rete di Salvatorelli dopo un favoloso spunto sulla fascia di Cassone che si beve in velocità due avversari e mette in mezzo dove Salvatorelli è pronto a finalizzare.

L’uno a zero invece di gasare i vastesi , li fa addormentare e cullare sui loro narcisismi e spesso egoismi personali e così il fine primo tempo si conclude con un impietoso 4a1 con i giovani vastesi completamente assenti dal campo. Mister Rossi nell’intervallo striglia a dovere i suoi che rientrano in campo con ben altro piglio. Cassone inventato centrale vista la scarsa vena di Suriani nell’impostare il gioco detta benissimo i tempi e gli inserimenti dei vari laterali creano spazi per Suriani schierato pivot che realizza due gol in sequenza, facendosi perdonare due errori grossolani del primo tempo che avevano causato due gol avversari.

La partita si riapre e i vastesi colpiscono anche un palo cumulando a loro favore diversi falli. Nel momento di gioco migliore però i pescaresi colpiscono due volte  un Muratore non impeccabile tra i pali sfruttando un’uscita difettosa dell’estremo ospite e trafiggendolo subito dopo con un tiro dalla distanza.

Punteggio sul 6a3, ma i vastesi che nel frattempo si sono svegliati e hanno ritrovato la grinta che li contraddistigue riaccorciano con un bell’inserimento di Perrozzi che sfrutta l’assist offerto da Suriani, 6a4 e palla al centro. Il San Paolo ci crede ma viene trafitto in contropiede con il pivot della Domenico Allegrino bravo a infilare Muratore sotto le gambe. Arriva subito dopo anche l’8 a 4. I vastesi non mollano e riescono a procurarsi un rigore che Sarni realizza. Il punteggio non si sbloccherà più restando fermo sull’8 a 5. Mister Rossi a fine partita è di umore nero visto che si sono buttati al vento tre punti che potevano essere facilmente conquistabili, ma l’atteggiamento è stato quello di una squadra superba e poco umile e la sconfitta è arrivata giustamente. Le leggi dello sport non perdonano mai.

Ludovico Staniscia

Più informazioni su