vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

San Salvo: Pd, Arnaldo Mariotti scende in campo

Più informazioni su

SAN SALVO – Parte  oggi la lunga marcia di Arnaldo Mariotti verso le elezioni comunali della prossima primavera. Nella sala conferenze della Porta della Terra, stamani il candidato sindaco del Partito democratico è ufficialmente sceso in pista, alla presenza dei vertici del Pd: il segretario regionale Silvio Paolucci, il segretario provinciale Camillo Di Giuseppe e il coordinatore locale Agostino Monteferrante.

Monteferrante propone “un nuovo rinascimento economico e culturale, che abbia quale protagonista non solo la città nei sui confini, ma un territorio, quello della Vastese, perchè uno sviluppo per essere tale deve partire dal dialogo attivo e proficuo, collegiale, di tutte le amministrazioni del nostro territorio, in posizione paritaria e dialogante”. Propone “la formazione di una nuova classe dirigente che rappresenti la città a tutti i livelli istituzionali, una nuova classe dirigente che però abbia la capacità di rendersi una volta eletta Istituzione, e come tale dialogare con tutti i soggetti presenti nel tessuto cittadino e non si faccia portavoce e protagonista dei soli partiti di appartenenza”.

Mariotti, dopo aver salutato i sindaci di Cupello, Dogliola, Lentella, Monteodorisio, San Giovanni Lipioni, presenti al vernissage, afferma “il concetto di città territorio e la necessità di dotarsi di nuovi strumenti di dialogo intercomunale, affinchè anche i limiti burocratici possano essere superati. La soglia della propria casa e della propria città si sposti al di là dei meri confini fisici”.

L’ex parlamentare ha pronunciato le parole chiave della sua campagna elettorale: “Valorizzazione delle professionalità presenti a San Salvo per la ripresa e la rinascita culturale della città. Propone una consulta permanente, che interagisca con l’amministrazione cittadina, in modo propositivo e critico.
Il Partito democratico è per definizione un partito inclusivo, aperto a tutte quelle forze politiche e culturali presenti nel dialogo cittadino, che tengono alla rinascita del territorio e al benessere dei  suoi concittadini”.

Più informazioni su