vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Inquinamento, il Comune: "Centralina anche a Vasto"

Più informazioni su

VASTO – L’Agenzia regionale di tutela dell’ambiente cominci a controllare senza sosta la qualità dell’aria di Vasto. E’ l’amministrazione comunale a collecitare il monitoraggio, già chiesto con un esposto presentato il 14 novembre non solo all’Arta, ma anche al Consorzio industriale del Vastese, alla Asl, al Nucleo operativo ecologico dei carabinieri e allo Sportello unico delle attività produttive.

Il Comune di Vasto chiede che “nel piano dell’aria, all’esame della Regione, si trovino le risorse necessarie per dotare questo territorio di una centralina di monitoraggio continuo dell’aria. Anche per rassicurare i cittadini ed offrire ai tanti turisti le giuste garanzie sull’ambiente”, si legge in una nota del municipio.

A novembre erano stati tre partiti di maggioranza (Italia dei valori, Sinistra ecologia e libertà e Rifondazione comunista) a volere dal sindaco, Luciano Lapenna, chiarimenti sui progetti riguardanti la costruzione a Punta Penna di due centrali termoelettriche a biomasse, un cementificio e un impianto per il trattamento di acidi. Il primo cittadino aveva risposto annunciando l’esposto durante una conferenza stampa in cui aveva letto un comunicato e negato ai giornlisti il diritto di rivolgergli delle domande.

In una lunga lettera aperta il Comitato cittadino per la tutela dell’ambiente gli ha chiesto di fare un passo indietro e dare parere “non favorevole” alla realizzazione della prima centrale che brucerà olio vegetale per produrre energia elettrica.

Il 14 dicembre il Comune ha trasmesso al direttore generale dell’Arta, Mario Amicone, una nota in cui si torna a sollecitare “un controllo continuo dell’aria da parte dell’Agenzia regionale di tutela dell’ambiente”. 

Più informazioni su