vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Capodanno al lavoro: A14, Marilena e la stazione di servizio

Più informazioni su

VASTO – C’è chi la notte del 31, per scelta o per necessità (o perchè si è in ritardo sul proprio viaggio), si trova a viaggiare in autostrada. Sull’A14 molte stazioni di servizio chiudono, ma alcune restano aperte per offrire ristoro a chi dovesse trovarsi a passare da quelle parti. L’autogrill della stazione di servizio Sangro Ovest (tra Val Di Sangro e Vasto), resterà aperta. Siamo andati ad incontrare Marilena, che farà il turno di notte di questa fine anno.

Come mai la vostra azienda, Chef Express, decide di restare aperta, anche se molti altri chiudono?
Non so cosa faranno gli altri, ma noi siamo sempre stati aperti. Lavoro qui da 10 anni e il 31 siamo sempre rimasti aperti, anche con le diverse gestioni che si sono avvicendate,

Quanta gente passa da qui durante questa notte?
All’inizio del turno ci sono i vari ritardatari di passaggio che vanno alle feste. Poi c’è una fase un po’ spenta, intorno a mezzanotte. Poi al mattino si riparte con le colazioni. A quel punto diventa anche divertente perché ci sono molte persone deluse che magari prendono cappuccino e due brioche perché dicono “sai dove siamo andati non c’era niente di buono da mangiare”.  Poi la mattina, a partire dalle 5, si lavora tanto.

Quante volte le è capitato di lavorare durante la notte del 31?
Con questa sarà la quinta volta.

Come decidete chi deve lavorare in questa serata particolare?
Generalmente c’è una rotazione tra i vari dipendenti. Magari poi chi ha delle esigenze particolari, magari perchè vuole essere libero i primi giorni dell’anno, magari si offre volontario. A dire il vero, però, sono pochi quelli che si offrono volontari!

Ci sono persone che si fermano anche allo scoccare della mezzanotte?
Non ho mai fatto la mezzanotte da sola, c’era sempre qualcuno qui. Qualche anno fa sono arrivati 4 ragazzi, che avevano panettone e spumante e mi hanno chiesto di poter entrare per poter brindare al nuovo anno. Così ci siamo fatti compagnia.

Tra le 23 e l’1 l’autostrada è praticamente deserta. Una sensazione strana?
Per qualche ora sembra di non stare lavorando in una stazione di servizio. Però poi riprende tutto normalmente, anche perché ora i giovani si spostano molto. Magari c’è gente del Molise che sale verso Pescara o gli abruzzesi che vanno verso sud. Dalle 3 e mezza si riparte con un flusso di traffico.

Non le pesa essere qui la lavoro mentre tutti festeggiano?
Assolutamente no, per me è una notte come un’altra. Sono una persona a cui piace andare in controtendenza e quindi non devo festeggiare per forza perchè lo fanno tutti. Devo dire che stare qui, anche da sola, è comunque sicuro, perchè le autostrade provvedono ad un vigilantes. Poi c’è la polizia autostradale che pattuglia l’A14 che sa che qui siamo aperti.

Quindi se qualcuno si dovesse trovare in viaggio sa che può fermarsi qui?
Certamente! Il 31 li accoglierò con un sorriso e un caffè per tutti.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su