vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Festeggiamo il 2012 con i versi di Fernando D'Annunzio

Più informazioni su

VASTO – Il poeta vastese Fernando D’Annunzio, dopo la bella poesia sul Natale (di cui riproponiamo il video per chi non l’avesse ancora visto), ci regala questa poesia per festeggiare l’arrivo del nuovo anno.

Una poesia in dialetto vastese, di cui riportiamo la traduzione in italiano, per il meno avvezzi alla parlatura nostrana, in cui il poeta dà uno sguardo al passaggio da un anno all’altro, sempre con uno sguardo critico verso ciò che ci si lascia alle spalle e la speranza che ciò che viene sia migliore.

 

L’Anne néuve

Dudici mèise…  sùbbete ha passäte,
‘n’anne s’é ffatte vicchie e ‘n’addr’ é nnäte.
Cunduinde l’anne néuve fištiggiäme
e cunduinde dapù l’assutturruäme.

‘Na chése é cèrte, ogne anne che pàsse
n’ zi sä che pôrte ma si sä che llâsse.
E’ sèmbre bbèlle l’ânne canda nâsce,
lèšte dapù l’allunguäme a la câsce.

Accusciuè va lu fuâtte, n’ g’é dda fä’,
nu’ sém’ amânde di la nuvutä’.
E’ bbille nuštalgìje e ricurdanze,
ma cchiù di tîtte é bbelle la sperânze.

E menumuèle ca speràme sèmbre,
da Jinnäre schinènze a Dicèmbre.

Speriäme… tânde nin cošte nijènde…
E lu Bbon Capedânne a ttuttiquènde!

Fernando D’Annunzio

Traduzione dal dialetto vastese:

Anno vecchio e anno nuovo
   Dodici mesi… in fretta son passati, / un anno ormai
è vecchio e un altro è nato. / Contenti l’anno nuovo
festeggiamo / e contenti poi lo sotterriamo.
   Una cosa è certa, ogni anno che passa / non si sa
cosa porta ma si sa cosa lascia. / E’ sempre bello
l’anno che nasce, / in fretta poi lo poniamo nella bara.
   Così funziona e non c’è da fare, / noi siamo amanti
di ciò che è nuovo. / Sono belli nostalgia e ricordi, /
ma più di ogni altra cosa è bella la speranza.
   E menomale che speriamo sempre, / da Gennaio
fino a Dicembre.
   Speriamo… tanto non ci costa niente… / E Buon
Capodanno a tutti quanti!   

Più informazioni su