vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

I tre candidati del Nuovo Centrosinistra a confronto

Più informazioni su

SAN SALVO – I tre candidati alle primarie del Nuovo Centrosinistra di San Salvo sono stati protagonisti dell’ultimo confronto prima della votazioni che sono in programma domenica 4 marzo dalle ore 8.00 alle 22.00.

A Domenico Di Stefano di San Salvo Democratica, Antonio Cilli dell’Italia dei Valori e Giovanni Mariotti di Sinistra Ecologia e Libertà sono state poste varie domande sul programma che attuerebbero in caso di vittoria e in conclusione hanno fatto un appello agli elettori per convincerli a dare loro il voto.

Tutti concordi nel dichiarare sin dall’inizio del dibattito che in caso di sconfitta saranno pronti ad appoggiare con la propria lista il candidato sindaco, mentre a proposito di un eventuale sostengo al Partito Democratico in caso di ballottaggio, Giovanni Mariotti, primo a rispondere, esclude questa possibilità: “Credo che la coalizione debba dire da questa sera che non è possibile nessun apparentamento”. Sulla stessa linea anche Di Stefano: “Abbiamo due avversari che sono il centrodestra e il centrosinistra, ma noi vinceremo al primo turno”. Cilli si dichiara poco interessato all’argomento: “Noi abbiamo fatto la scelta ed è quella di partecipare alla primarie, la dirigenza del Pd ne ha fatte altre. Noi dobbiamo parlare al popolo del centrosinistra”.

Un altro tema trattato è stato quello del piano regolatore. Per Cilli questo è un punto centrale del proprio programma e secondo il candidato dell’Idv “In passato non ci sono state in consiglio comunale le persone con le giuste competenze per affrontare questo aspetto. Si deve recuperare il centro storico perchè rappresenta l’identità culturale della città, con tutto il patrimonio culturale che c’è e che deve essere valorizzato”.

Secondo Di Stefano ci vuole una nuova visione urbanistica, si deve riconvertire quello che c’è attualmente: “Non solo mettere, ma anche togliere. Il piano regolatore è un aspetto importante per la qualità della vita, ma non devono farlo solo i tecnici, ci vuole la collaborazione di tutti: tecnici, costruttori e cittadini. Si deve avere una visione globale della città, senza distinzioni. Fare in modo che il centro non sia un luogo di passaggio”. Mariotti invece partirebbe dagli spazi verdi, per rendere più vivibile la città, capire cosa si deve mantenere e poi riconvertirla e riqualificarla, inclusa l’estetica che non è molto bella”.

Poi si è passati ad affrontare il tema lavoro. Cilli sostiene che si devono creare posti in nuovi settori, come quelli del turismo e dell’agricoltura. Per Di Stefano si devono realizzare nuovi insediamenti, con strutture e servizi adatti e investire nelle nuove sfide, così come nei 6.000 giovani under 30 che vivono a San Salvo. Per Mariotti c’è bisogno di monitorare il territorio, stare più attenti a quanto avviene e inoltre l’agricoltura può essere un valore aggiunto.

Dove si vota. Si voterà dalle ore 08.00 alle ore 22.00, in tre seggi allestiti per l’occasione:
Zona 167, via F.P. Tosti nei locali comunali, per tutti gli elettori che normalmente votano nei seggi di via Verdi e via Ripalta;
Centro Culturale Aldo Moro, per tutti gli altri elettori;
San Salvo Marina, via A. Vespucci nei pressi dell’Ufficio Postale, per tutti gli elettori della marina.

Per votare è necessario esibire un documento di riconoscimento e versare la somma simbolica e facoltativa di 1,00 euro.

Giuseppe Mancini

Più informazioni su