vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Corsi professionali, Bischia (PpV) replica a Febbo

Più informazioni su

VASTO – Andrea Bischia, consigliere comunale di Progetto per Vasto, ha replicato alle recenti dichiarazioni dell’assessore regionale del Pdl Mauro Febbo, in merito ai fondi non assegnati alle scuole professionali di Vasto. Secondo Bischia quella di Febbo è una presa di posizione superficiale e priva di sensibilità nei confronti di problematiche importanti come il diritto all’istruzione dei ragazzi che rappresentano il futuro della nostra società.

“Nessuno vuole fare polemiche inutili e strumentali – dichiara Bischia – forse l’assessore vivendo fuori dall’orbita vastese ritiene queste problematiche poco importanti, però rimane il dato di fatto che Vasto e il vastese sono rimasti fuori dai finanziamenti per mano di una commissione che ha deciso chi deve e chi non deve accedere, senza tenere conto del numero dei ragazzi rimasti fuori senza possibilità di formarsi, del disagio di natura sociale che hanno provocato e che provocano tutt’ora queste esclusioni e anche della storia di questi due istituti, che nel corso degli anni hanno formato migliaia di ragazzi dando loro la possibilità di realizzarsi in termini lavorativi”.

Le istituzioni, secondo il consigliere vastese, devono garantire il diritto allo studio, di dare la possibilità ai giovani di formarsi. “Per questo dico che anche l’amministrazione comunale non è esente da colpe perché avrebbe dovuto tutelare il territorio e i cittadini che chiedono a gran voce di poter frequentare i corsi in tempi non sospetti. Non è una questione di colorazione politica, ma di coscienza e di sensibilità da parte di chi governa, è troppo facile trincerarsi, giustificarsi dicendo che la competenza è della Regione, noi non possiamo fare niente, ed è troppo facile e superficiale nascondersi dietro alle scelte di una commissione tecnica regionale che valuta chi ha diritto o meno ad accedere ai finanziamenti, senza considerare i disagi che emergono da certe scelte. Non è questo l’atteggiamento che dovrebbe assumere chi amministra e governa un territorio, sia regionale che comunale”.

Redazione Vastoweb

Più informazioni su